Intervistata da Sky, Gloria Marinelli, attaccante dell'Inter Femminile, ha parlato dell'inizio di stagione in Serie A e di alcuni aspetti personali: "Sabato inizieremo questo campionato che aspettiamo da tantissimo, ci stiamo allenando da molto. Siamo pronte, non vediamo l'ora che inizi questa avventura che affronteremo con serenità. La società ci rende molto tranquille, vogliamo fare il massimo, giocare bene ogni gara e con il lavoro le cose arriveranno. Penso che siamo una squadra che vuol fare sempre di più, verrà fuori chi siamo davvero partita dopo partita. Personalmente, si può sempre migliorare, non c'è un punto di arrivo o un limite. Bisogna prendere da tutte le ragazze migliori, non dirò mai di essere arrivata. Questi mesi per me sono stati impegnativi, sono contenta di aver conquistato il titolo di capocannoniere e aver contribuito alla vittoria del campionato, poi le Universiadi mi hanno dato l'emozione di indossare la maglia azzurra. Bisogna sempre rimanere umili e cercare di migliorare. Il derby in A? O ci sei dentro o non si potrà capire cosa si prova. L'anno scorso abbiamo giocato in Coppa Italia, noi eravamo una squadra di B ma non ci è interessato. Il derby dà emozioni uniche, sicuramente quest'anno sarà bellissimo giocare contro il Milan, nella stessa categoria. Segnare sarebbe un sogno. Da piccola ho iniziato a giocare a calcio nelle stradine di Agnone, finché un'allenatrice mi ha chiesto di fare un provino nella sua squadra. In quell'allenamento ho segnato due reti e da allora non mi sono più staccata dal calcio. Poi un tecnico del Perugia mi ha visto a un torneo e ha chiesto ai miei genitori di andare lì. Avevo 14 anni, mio padre non era d'accordo. Però mia sorella mi ha accompagnata e i miei hanno detto sì. Sono stati anni difficili, ma lo rifarei mille volte".

VIDEO - LAUTARO SCATENATO: TRIPLETTA E RIGORE PROCURATO, 4-0 AL MESSICO

Sezione: Inter Femminile / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 15:10
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print