Nella scorsa estate, l'Inter ha acquistato giocatori in prestito e, tra diritti e obblighi di riscatto (Sensi, Barella e Biraghi, ad esempio, ma anche i giovani da riportare a casa come Pinamonti e Vanheusden avranno un costo) sono stati impegnati già circa 50 milioni. Lo ricorda Tuttosport, che spiega quindi come sarà fondamentale incassare per poi reinvestire in entrata.

Il tesoretto può arrivare dai tanti prestiti in giro per il mondo. E la cifra totale, se tutti i nerazzurri venissero riscattati, si aggira attorno ai 130 milioni: un ottimo gruzzolo. "Il poker che Marotta e Ausilio confidano di non “riabbracciare” ad Appiano nei prossimi mesi è formato da Mauro IcardiIvan PerisicJoao Mario e Gabigol - si legge -. Il brasiliano è il giocatore che al 100% lascerà l’Inter già nel prossimo gennaio. Resta solo da capire se l’Inter lo cederà al Flamengo sulla base di un accordo verbale già raggiunto la scorsa estate oppure riceverà nuove offerte dall’Europa che faranno saltare il banco, portando nelle casse di Suning molti più milioni di quelli previsti. L’ultimo club a chiedere informazioni e prospettare un’offerta da oltre 25 milioni è lo Schalke 04. È chiaro, però, che la cessione che farebbe svoltare l’Inter è quella di Icardi - sottolinea TS -. L’argentino è andato al Psg in prestito gratuito, ma i francesi hanno un diritto di riscatto fissato a 70 milioni. Cifra importante, ma lontana dai 110 milioni della clausola di rescissione. E se Icardi al Psg dovesse tornare a fare l’Icardi, ovvero segnare più di 20 gol in stagione (al momento siamo a 2 in 4 gare), non è da escludere che il club parigino, che perderà a fine stagione Cavani in scadenza di contratto e chissà, magari Neymar, metta sul piatto l’assegno richiesto. Icardi, che prima di accettare il trasferimento a Parigi ha rinnovato il contratto con l’Inter fino al 2022, il 30 giugno 2020 peserà nelle casse nerazzurre per soli 1.6 milioni e dunque la plusvalenza sarebbe quasi totale portando un beneficio enorme nei conti dell’Inter. A completare il quadro, Perisic e Joao Mario. Il croato è passato al Bayern in prestito (5 milioni) con diritto di riscatto fissato a 20: se fosse ceduto, la plusvalenza sarebbe di quasi 15 milioni. Joao Mario è andato alla Lokomotiv Mosca, il diritto di riscatto a favore dei russi è di 18 milioni per una plusvalenza intorno ai 9. Entrambi stanno giocando bene, l’Inter incrocia le dita".

VIDEO - SOMBRERO E TIRO AL VOLO, LAUTARO CERCA IL SUPERGOL CONTRO L'ECUADOR

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 18 Ottobre 2019 alle 08:15 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print