Il futuro di Christian Eriksen appare sempre più lontano da Milano. Già a gennaio, laddove dovesse arrivare una proposta soddisfacente sia per lui sia per il club nerazzurro, che lo valuta 25-30 milioni e non intende farlo partire per una cifra inferiore a quanto l'ha pagato un anno fa (20 milioni cash). Niente sconti ed eventuali prestiti: il diktat di mercato è stato chiaro da parte di Suning. Monetizzare, così da avere un tesoretto da reinvestire per completare l'organico (quarta punta e laterale sinistro).

Tanti club intanto hanno iniziato a manifestare i propri interessamenti nei confronti dell'entourage del danese. In particolare dalla Bundesliga, dove si sono mosse con le prime richieste di informazioni Hertha Berlino, Bayer Leverkusen, Borussia Dortmund e Bayern Monaco. Sondaggi esplorativi che potrebbe trasformarsi in proposte vere e proprie. Vedremo.

Eriksen ha le idee chiare: il trequartista classe 1992 vuole un club che lotti ai massimi livelli nazionali e sia protagonista nelle coppe europee. Identikit che corrisponde alla perfezione al Paris Saint-Germain. Leonardo è un suo grande estimatore e già a ottobre aveva provato a prenderlo, offrendo all'Inter un prestito con diritto di riscatto (rifiutato seccamente dai nerazzurri) e in alternativa lo scambio con Idrissa Gueyé. Lo stesso Leo aveva aperto anche a Leandro Paredes come eventuale contropartita: due nomi però che non solleticavano dalle parti di viale della Liberazione. Così come Antonio Conte che vorrebbe un centrocampista con altre caratteristiche. Uno alla N'Golo Kanté o Giorgino Wijnaldum, per intenderci.

Tra i club che hanno approcciato l'agente Martin Schoots vi sono anche Atletico Madrid e Arsenal, quest'ultimo tramite un noto intermediario che opera sull'asse Milano-Londra. Difficile la pista che porterebbe allo scambio con Granit Xhaka, in uscita ma che non entusiasma l'Inter a cui era già stato offerto più volte in passato. I Gunners cercano un centrocampista offensivo per alzare la qualità della mediana. La prima scelta è Houssam Aouar, per il quale a fine settembre il Lione ha respinto l'offerta da 40 milioni di euro presentata dall'Arsenal, che ora ha virato in maniera decisa su Domenik Szoboszlai del Salisburgo (clausola rescissoria da 24 milioni). Due talenti giovani e futuribili, a differenza di Eriksen che va per i 29 anni e guadagna 9 milioni annui. Il triplo di quanto andrebbe a percepire il magiaro nella City.

Gennaio si avvicina ed Eriksen resta in uscita, a meno di un risveglio clamoroso nelle prossime settimane. Si giocherà ogni 3 giorni e il tempo c'è ancora per riconquistarsi l'Inter. Ma deve fare in fretta, altrimenti l'addio diventerà un'ipotesi concreta...

VIDEO - ACCADDE OGGI - 18/11/1990: LO SCHERZETTO DI "NICOLINO": BERTI RISOLVE IL DERBY A 5' DALLA FINE

Sezione: Esclusive / Data: Mar 17 novembre 2020 alle 21:59
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print