Avanti tutta. Filtra ottimismo per il passaggio di Nicolò Barella all'Inter. Il summit di oggi pomeriggio nella nuova sede del club nerazzurro è servito, una volta di più, a sancire l'accordo tra le parti. Barella vuole l'Inter e l'Inter vuole Barella. L'accordo è totale e trovato da tempo: quinquennale da 2,5 milioni di euro netti a stagione. Tutto fatto? Non proprio perché bisogna trovare ancora l'intesa con il Cagliari, che strizza l'occhio alla Roma per via delle contropartite ritenute da Giulini più interessanti (Defrel e Luca Pellegrini), ma l'Inter si sente tranquilla perché ha dalla sua la volontà del calciatore.

TRATTATIVA - L'Inter ha messo sul piatto 36 milioni di euro più 4 di bonus abbastanza accessibili e altri molto più complessi per toccare la soglia dei 50 richiesti da Giulini. Il Cagliari vorrebbe invece una base fissa più alta, intorno ai 40-42 milioni ai quali sommare bonus e contropartite. Una operazione che prevede anche il passaggio in Sardegna del terzino sinistro Federico Dimarco in prestito con diritto di riscatto. Contestualmente Suning favorirebbe il rientro in Italia della punta italo-brasiliana Eder dallo Jiangsu. Per quanto riguarda il prestito secco del centrale Alessandro Bastoni, invece, il discorso è più articolato, visto che l'ha chiesto anche la Samp che gli garantirebbe un posto da titolare e al momento questa soluzione intriga maggiormente il centrale classe 1999, che potrebbe comunque disputare il ritiro pre-campionato. L'ultima parola, infatti, spetterà ad Antonio Conte anche se l'idea è quella di far maturare in prestito ancora un anno l'ex Parma.

VIDEO - RADU LEADER DELLA ROMANIA: IL DISCORSO IN SPOGLIATOIO E L'URLO CON LA SQUADRA

Sezione: Esclusive / Data: Lun 24 Giugno 2019 alle 21:36
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print