Tanti i nomi accostati in questi mesi all'Inter, ma l'idea più forte per l'eventuale post Lautaro Martinez si chiama sempre Pierre-Emerick Aubameyang come vi avevamo svelato già a febbraio (LEGGI QUI). Il gabonese è un vecchio pallino di Piero Ausilio dai tempi del Borussia Dortmund e proprio in quegli anni anche Beppe Marotta aveva provato a portarlo alla Juventus. Un pieno gradimento tecnico da parte della dirigenza e anche di Antonio Conte nel caso in cui Martinez dovesse migrare al Barcellona.

Condizionale d'obbligo in quanto le offerte catalane per ora non soddisfano il club di viale della Liberazione. L'ultima (70 milioni più Junior Firpo) è stata respinta al mittente un mese fa. El Toro però è ingolosito dall'offerta del club di Leo Messi: 12 milioni netti a stagione fino al 2025. Difficile per l'Inter competere: Lautaro guadagna 2,2 milioni più bonus a Milano e il rinnovo potrebbe essere sui 5,5 più premi. La metà di quanto percepirebbe al Barça. Ecco perché l'Inter - che non fa sconti per Lautaro e chiede almeno 90 milioni cash più una contropartita nel caso in cui venga pagata la clausola - tiene accesi i contatti con Auba, che ha declinato il rinnovo offerto dall'Arsenal.

I Gunners gli garantirebbero l'attuale stipendio (12 milioni annui), ma è il progetto sportivo dei londinesi a non convincerlo. Aubameyang vuole vincere e competere ai massimi livelli, mentre l'Arsenal sta vivendo anni di transizione. Ecco perché il corteggiamento dell'Inter lo affascina e lo intriga. Tornare in Italia dove è cresciuto, ma questa volta per essere protagonista assoluto e lasciare il segno. Una rivincita nei confronti di quel Milan che non ha creduto in lui. Aria di derby. I nerazzurri studiano un'operazione alla Christian Eriksen: contratto lungo (3-4 anni) per calmierare lo stipendio e prezzo del cartellino abbordabile (30 milioni) in virtù della scadenza fissata tra 12 mesi.

E il Barcellona? Resta sullo sfondo e prova a disturbare l'Inter. Lautaro resta la prima scelta catalana: i tifosi sognano Neymar, mentre Aubameyang sarebbe il piano C. Una soluzione last minute e low cost. Intrecci di mercato per mettere pressione all'Inter che però non recede di un centimetro dalle proprie richieste per Lautaro. O verranno soddisfatte o Suning farà muro. Lautaro è grato all'Inter e per ora ha deciso di non forzare la mano, ma di lasciare margine di azione ai club. La partita si prospetta ancora lunga e con tanti colpi di scena all'orizzonte. Con due certezze: l'Inter tiene in caldo Aubameyang per non farsi cogliere impreparata nel caso in cui Martinez andasse via e che l'offerta economica del Barça a Lautaro è difficilmente pareggiabile...

Sezione: Esclusive / Data: Mar 23 giugno 2020 alle 13:42
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print