Da esubero a uomo a scudetto. Dall’Inferno al Paradiso. Christian Eriksen ha certamente vissuto un’annata a due facce. Panchinaro di lusso prima, elemento fondamentale poi. Chi ha sempre creduto nelle sue capacità ed è sicuro che il centrocampista possa fare sempre meglio è Kasper Hjulmand, il c.t. della Danimarca, che in esclusiva per FcInterNews commenta, tra i vari argomenti, l’evoluzione del giocatore chiave della sua Nazionale.

Partiamo parlando di Lukaku, dato che voi giocherete all’Europeo contro il Belgio. Possiamo sostenere che affronterete uno dei 9 più forti del mondo?
"Lukaku è sicuramente uno dei più forti attaccanti del mondo e in svariate occasioni ha dimostrato le sue qualità innumerevoli qualità sul campo. Lo abbiamo visto settimana dopo settimana in Serie A. E lo abbiamo sperimentato noi stessi per due volte nella Nations League Uefa. Non vediamo l’ora di incontrare di nuovo lui e il Belgio ai prossimi Europei".

Eriksen all’Inter ha avuto qualche problema. Poi è diventato intoccabile, giocando sempre. Per quale ragione secondo lei tutto è cambiato?
"Sono molto contento abbia assunto un ruolo così importante nell’Inter, segnando un gol cruciale contro il Crotone e che sia sceso in campo sommando minutaggio in vista degli Europei di questa estate. Il motivo per cui le cose sono cambiate ha molto a che vedere con il modo con cui vedi Christian. Ha sempre avuto qualità e personalità, ma penso si debba conoscere più a fondo la sua personalità. Christian ha un fuoco dentro e vuole vincere. Su questo non ci sono dubbi. Ma allo stesso tempo è giocatore che si vuole mettere al servizio di una squadra, per poter essere utile alla causa comune. È un vero top player che ha mantenuto inalterata la sua identità per tutto il tempo e ora viene ricompensato. Un Eriksen in ottima forma che arriva a Euro 2020 dopo aver giocato e aver conquistato un grande successo con l’Inter, sarà per noi una risorsa molto importante".

Possiamo dire sia un giocatore migliore grazie a Conte?
"Da molto tempo Christian Eriksen fa parte della top class europea di giocatori e con il campionato di Serie A sta vivendo adesso un momento fantastico della sua carriera all’Inter. Sono molto contento del suo percorso all’Inter dove si è trasformato in un giocatore importante che contribuisce alle prestazioni decisive di un match esattamente come fa in Nazionale. La sua esperienza all’Inter ha contribuito al suo sviluppo, si può sempre imparare qualcosa di nuovo. Lui è e sarà sempre un top-player".

Eriksen è stato decisivo nella vittoria della Serie A. Pensa che in futuro potrebbe esserlo pure per la conquista della Champions League?
"L’Inter ha una squadra fortissima, con tantissimi grandi giocatori, ma è difficile prevedere quello fino a che punto potranno arrivare in Champions League. È una competizione molto competitiva, che richiede qualità ed esperienza per vincere. Per le partite disputate in Serie A e per come hanno giocato in questa stagione, penso che l’Inter possa battagliare contro la maggior parte dei club europei. Eriksen ha già provato cosa significhi raggiungere una finale di Champions League nel suo periodo inglese, quindi in questo conosce il torneo e sa cosa serva per avanzare sino alle fasi finali della competizione".

VIDEO - TRAMONTANA: "PUNTI DI DOMANDA SUL FUTURO, ASPETTIAMO QUESTA SETTIMANA. E GODIAMOCI L'INTER"

Sezione: Esclusive / Data: Dom 09 maggio 2021 alle 11:30
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print