Alzi la mano quell’interista che in questi giorni non ha seguito passo passo l’evoluzione della (potenziale) trattativa Modric-Inter. Non ce n’è. Puoi essere al mare. In montagna. Al lago. Magari sorseggiando un drink. Tra uno scherzo e gli altri con gli amici. O con moglie e figli che ti subissano di richieste. Ma il tempo per cercare informazioni sul croato e sulla Beneamata l’hai trovato. Magari anche continuando in modo nervoso a schiacciare F5 sul tuo computer sperando di leggere finalmente quella news della tanto attesa e auspicata apertura dei blancos verso il trasferimento del calciatore a scacchi per la tua squadra del cuore.

E sai che ti dico? Che (almeno in parte) l’Inter è tornata. Puoi essere un fan sfegatato o un tifoso occasionale. L’eventuale approdo di Luka in nerazzurro ha (ri)acceso l’entusiasmo di tutti verso l’Inter. Con la Beneamata che finalmente, dopo anni un po’ così, può dirsi nuovamente un club di livello mondiale. Lo dimostrano alcuni arrivi, vedi Lautaro e Radja. E altre trattative, come quella relativa a Vidal, non l’ultimo dei centrocampisti, che sarebbe venuto di corsa a Milano. Certo, Modric in nerazzurro o meno fa tutta la differenza del mondo (ah, tanto per dire io in ogni caso riporterei a Milano Rafinha) ma vuoi mettere un’estate aspettando il miglior regista del mondo rispetto a seconde/terze scelte di altri team? L’Inter, piaccia o meno, magari anche per la tassazione del Bel Paese (i soldi purtroppo o per fortuna nel calcio credo c’entrino sempre) è tornata a essere attrattiva.

E nel caso specifico di Modric spezzo una lancia in favore di un giocatore Epico, troppo spesso sottovalutato. Quel Marcelo Brozovic che da quando è diventato papà ed è stato schierato nel suo ruolo naturale si sta dimostrando uno dei migliori del globo lì in mezzo al campo. Perché proprio lui? Facile. È tornato prima dalle vacanze. Usa i social (anche) per esternare il suo amore per l’Inter. E diciamocelo francamente, avrà fatto una testa a Vrsaljko per fargli scegliere Milano anziché Madrid che la metà basta. E vuoi che non stia replicando il modus operandi con l’altro compagno di Nazionale Modric? Dai… Tra il serio e il faceto si può dire che Epic Brozo sia anni avanti. Gioca ma allo stesso tempo agisce anche come Direttore Sportivo.

Si aspetta come tutti i nerazzurri che continuano a schiacciare F5 sul proprio pc, che quando non potrà più farlo perché ci saranno delle certezze, queste saranno positive. Fingers crossed.

VIDEO - COLIDIO-GOL E L'ARGENTINA VINCE IL COTIF, MA CHE PAPERA DEL PORTIERE

Sezione: Editoriale / Data: Ven 10 Agosto 2018 alle 00:00 / articolo letto 27191 volte
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna