"L'Inter non sembra una squadra di Conte". A sette giornate dalla fine del campionato e un quarto posto sicuramente sotto le aspettative di inizio stagione, parlare di identità non proprio formata dei nerazzurri non è un'eresia. Ma cosa ne pensa il tecnico leccese? La risposta è arrivata ieri in conferenza stampa, dopo il 2-2 beffardo di Verona: "Questa è la mia squadra perché io sono l'allenatore - spiega -. Ma se vado a vedere i numeri parliamo di una squadra che comunque dalla ripresa del campionato ha il maggior possesso palla e indice di pericolosità di tutte le avversarie; poi se vogliamo parlare di cattiveria bisogna anche vedere le caratteristiche dei giocatori in rosa. Alcune volte potremmo essere ripagati di più rispetto a quello che stiamo facendo"

Sezione: Web Tv / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 14:51
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print