Prevista per oggi, l'assemblea di Lega riguardo al possibile ingresso dei fondi nel calcio italiano potrebe rivelarsi più complicata del previsto. "Non salire su questa scialuppa di salvataggio sarebbe una mossa azzardata - scrive il Corriere della Sera riguardo agli 1,7 miliardi promessi dagli investitori, manna dal cielo nell'era del calcio-Covid - eppure nelle ultime ore anche Juventus e Inter hanno sollevato dubbi sull’operazione. Tra le clausole non sfugge infatti quella relativa alla Superlega che nel contratto viene definita «modifica sportiva rilevante» e concerne ogni cambiamento nel «format sportivo domestico e/o internazionale» che intervenga entro 15 anni dalla firma sull’accordo e determini una svalutazione dei diritti tv e un calo del 12 % dei ricavi previsti nel business plan.

In questo caso i fondi sarebbero garantiti da un proporzionale aumento della partecipazione agli utili della media company mentre i club avrebbero simmetrica riduzione. In pratica, qualora le big aderissero alla Superlega, le società rimaste in serie A vedrebbero diminuire le proprie entrate".

Sezione: Rassegna / Data: Gio 04 febbraio 2021 alle 10:28
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
vedi letture
Print