La Gazzetta dello Sport oggi affronta lo scottante tema del sistema calcio italiano, dimostratosi ancora una volta cagionevole dopo il rifiuto da parte di Claudio Lotito di anticipare a venerdì il match con l'Atalanta come richiesto dalla famiglia Percassi. I bergamaschi, infatti, avevano richiesto l'anticipo da sabato 7 a venerdì 6 visto l'impegno di Champions a Valencia il 10 marzo, ma il numero uno laziale ha detto 'no'.

Come riferisce la rosea, il presidente di Lega, Paolo Dal Pino, è rimasto a metà, trincerandosi dietro la prassi: i quattro giorni tra una partita e l'altra. In teoria ci sarebbe ancora tempo per un accordo, ma dalla Lazio continuano a non arrivare segnali di apertura. Lotito, che è anche consigliere federale, ha deciso di fare soltanto i suoi interessi, come sottolinea la Gazzetta

Sezione: Rassegna / Data: Ven 28 Febbraio 2020 alle 10:14 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print