La Gazzetta dello Sport torna sul gol-beffa di Radja Nainggolan di domenica pomeriggio a Trieste e analizza i motivi dell'errore di piazzamento di qualche nerazzurro. In particolare, sul banco degli imputati finisce Cambiasso. "Esteban (in grande forma nelle ultime giornate), in quell’istante s’è mosso in ritardo dando la possibilità a Nainggolan di battere a rete cercando la porta. Tutto ciò sa di deconcentrazione (succede) e anche di stanchezza (le meno di 72 ore di riposo?), e perciò vien da pensare che un cambio in mezzo dovesse essere fatto prima (Taider?).

La disattenzione sul gol è strana per una squadra che finora ha subìto tre sole reti: su rigore (ma con fallo a difesa sbilanciata), su deviazione e su un’unica disattenzione vera (contro la Juventus)". Vero in parte. Non si può dimenticare, infatti, come il Cuchu fosse andato a raddoppiare sulla fascia, per poi scalare su Nainggolan. Evidentemente, mancava il rientro di uno dei due attaccanti, in un momento in cui gli avversari stavano esercitando il loro massimo sforzo.   

Sezione: Rassegna / Data: Mar 01 ottobre 2013 alle 12:56 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print