L’Inter, per ora, ha messo in stand by la trattativa per Lukaku e pensa alle alternative (Cavani, Zapata e Leao). E' quanto si legge sul Corriere dello Sport, in un articolo nel quale viene precisato che Antonio Conte non si è arreso all’idea di rinunciare al suo pupillo, così come il club resta fermamente intenzionato ad accontentare la prima richiesta del tecnico di Lecce. Dal canto suo, il Manchester United vorrebbe cedere il belga a patto di generare una plusvalenza che possa finanziare l'acquisto di un altro attaccante top. Ma in quali tempistiche? Oltre Manica - scrive il quotidiano romano - si è diffusa la convinzione che il trasferimento dell'ex Everton possa essere concluso anche dal 9 agosto in poi, ovvero quando il mercato inglese sarà chiuso, ma quello italiano rimarrà aperto. Così facendo, il Manchester potrebbe attendere che l’Inter ceda Icardi, Perisic e gli altri giocatori in esubero e sperare di ricevere una proposta superiore rispetto a quella da 60 milioni di euro già rifiutata. I Red Devils, infatti, hanno fatto sapere che vogliono 83,5 milioni di euro più altri 5 di bonus che spetteranno ai Toffees. La distanza tra le parti è notevole, ma la trattativa non è chiusa.

Anche il calciatore tifa perché l’affare si riaccenda e tanti particolari lo fanno capire: dallo scambio della maglia con Perisic a bordo campo al National Stadium, alle confidenze con Conte sempre dopo il fischio finale. E poi c’è l’Inter che ha offerto 60 milioni di euro, il massimo possibile in questo momento per le casse di viale della Liberazione. Se ci sarà almeno una partenza importante, la cifra sarà ritoccata e le possibilità di fumata bianca cresceranno. Per il momento, però, è difficile immaginare un significativo rialzo, anche se Conte, incontrando il presidente Zhang e i dirigenti oggi, proverà a far pesare le difficoltà con le quali sta lavorando ormai dal primo giorno di questo precampionato. 

VIDEO - GABIGOL NON SI FERMA PIU' E BATTE ANCHE IL VAR

Sezione: Rassegna / Data: Lun 22 Luglio 2019 alle 08:40
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print