"Dopo quattro stagioni di Var in serie A, sembra raggiunto un buon equilibrio nell’applicazione di un arbitraggio realmente rivoluzionario". Lo scrive Paolo Casarin, ex arbitro e designatore arbitrale, nel suo 'fischio finale' sul Corriere della Sera. "Il gioco del calcio, in questo periodo, non ha subito mutamenti tecnici rilevanti e anche i giocatori, specialmente in questa stagione, danno l’impressione di accettare il controllo tecnologico - aggiunge Casarin -. Sono stabilizzati il numero dei gol, circa 3 per partita, e il numero medio dei falli, 28 per gara: sono numeri paragonabili agli altri tornei europei. Perfino i calci di rigore, dopo i tanti concessi senza giustificazione la passata stagione, sono ritornati ai valori consueti di circa 0,35 per gara". 

VIDEO - TRAMONTANA: "NON SI PUO' CHIEDERE DI PIU' A QUESTA SQUADRA, MANCA SOLO UN TIPO DI GIOCATORE"

Sezione: Rassegna / Data: Lun 12 aprile 2021 alle 11:56
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print