Lunga intervista per Kevin-Prince Boateng a La Repubblica, nella quale l'attaccante della Fiorentina ha parlato di tantissimi temi, dall'infanzia alla voglia di diventare procuratore a fine carriera, dalla situazione di Federico Chiesa al razzismo. Sei anni fa il giocatore, allora al Milan, lasciò il campo per i buu in Pro Patria-Milan e gli ululati hanno colpito di recente Lukaku a Cagliari. "Ma penso anche al bambino di tre anni preso a calci a Cosenza per il colore della sua pelle, è l'episodio che mi fa più male. I cori allo stadio vogliono ricordarci quando i nostri nonni erano schiavi. Ma chi fa quei cori, prima che razzista, è un ignorante. E l'ignoranza va abolita. A scuola, introduciamo un'ora di integrazione: dobbiamo ripetere ai bambini che siamo tutti uguali. Loro sono il nostro futuro". Parentesi anche sulla questione Chiesa: "Ha capito che rimane qua. E' giovane, lo capisco: ci sono tante voci di grandi squadre e puoi risentirne, ma lui deve fare benissimo qui, è molto forte e vuole l'Europeo. Lo vedo tranquillo. Se non lo è, lo metto a posto io".

VIDEO - LAUTARO SCATENATO: TRIPLETTA E RIGORE PROCURATO, 4-0 AL MESSICO

Sezione: Rassegna / Data: Mer 11 Settembre 2019 alle 10:24
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print