"Milano è la mia seconda casa, è molto difficile vedere foto della città vuota. È triste, le notizie recenti sono tutte molto pesanti, è dura". In collegamento con Sky Sport, Ricardo Kakà racconta il suo stato d'animo in questi giorni in cui dal Brasile vede col dolore nel cuore la città che lo ha adottato per anni quando giocava nel Milan.  

"Cerco di rimanere sempre in contatto con gli amici che sono lì, augurandoci che tutto ciò finisca il prima possibile e che possiamo rivedere Milano come la conosciamo - aggiunge il Pallone d'Oro 2007 -. Sarà sempre diversa dopo quest’epidemia, ma rivedere le persone felici al bar discutere del Milan e dell’Inter mentre prendono il caffè sarebbe un sogno. È ciò che auguro a tutti i milanesi in questo momento".

Sezione: News / Data: Ven 03 aprile 2020 alle 17:19
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print