Anche Pierpaolo Bisoli, intervistato da TMW Radio, elegge Nicolò Barella quale miglior centrocampista italiano del momento: "In quanto a completezza sì, perché abbina qualità e quantità allo stesso modo. Per diventare un top ed essere paragonato ai grandi, gli mancano però 7-8 centimetri di altezza. Però non è un problema mio, semmai di quelli che parlano del calcio nei termini giusti. A Cesena anche io giocavo il primo passaggio sulla punta fisica, ma era l'anticalcio, oggi invece diventa costruzione dal basso”.

Sempre parlando di Inter, Bisoli aggiunge: "Ho visto la partita col Genoa, e c'era una squadra nettamente superiore, che avrebbe potuto segnare un gol ogni azione che creava. Giocando una partita a settimana ha il vantaggio di poter preparare meglio le partite. La società, sposando Antonio Conte e Beppe Marotta, ha fatto capire che anche se ci vanno giù pesante, seguono quel pensiero. Oggi è la prima candidata, ma non dimentichiamoci che se la Juventus riuscisse a tornare sotto, avrebbe ancora la squadra più forte della Serie A". 

VIDEO - PARMA-INTER, IL COMMENTO DI TRAMONTANA: "MEGLIO SOFFRIRE MENO, MA ANCHE QUESTO E' UN PASSO AVANTI"

Sezione: News / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 21:14
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print