Nonostante l'obiettivo di fine campionato del suo Tottenham sia quello di raggiungere la qualificazione, José Mourinho pare non nutrire particolare ambizione verso l'Europa League, trofeo peraltro da lui vinto nel 2017 alla guida del Manchester United. Parlando in conferenza, Mourinho ha ridimensionato notevolmente l'importanza della manifestazione: "Non è una competizione di cui sono innamorato, ma quando non puoi giocare in Champions League, giochi in Europa League. Che però non è la più grande competizione in Europa, ma la seconda. Quando un club vince la Champions League o quando un giocatore o un allenatore la vincono, beh, se chiedete a Lewis Hamilton se vuole vincere la Formula 2, non penso lo ritenga un grande affare. Ma è comunque una competizione e io preferisco giocarla anziché no. Penso che sia un titolo che il Tottenham vorrebbe ottenere. Naturalmente al Manchester United, che è un club con una dimensione da Champions League, l'abbiamo giocata e vinta. Penso che dovremmo fare di tutto per giocare in Europa League la prossima stagione e dovremmo lottare per questo".

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 16:55
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print