Nelio Lucas è tornato a Milano dopo aver curato da intermediario il passaggio di Stephan El Shaarawy allo Shanghai Shenhua. Il potente agente e intermediario è sempre più inserito sul mercato cinese e ha ricevuto alcuni mandati da club della China Super League (Shanghai Shenhua e Shanghai SIPG) per portare calciatori di livello dall'Europa in Oriente. Un nome che attira in tal senso il movimento cinese resta quello di Joao Mario, numero 10 della nazionale portoghese laureatasi campione d'Europa nel 2016. Un calciatore che - nonostante le stagioni nerazzurre in chiaroscuro - mantiene un forte appeal su quei mercati. Per questo Lucas ha sondato il terreno con l'Inter, che spera e punta a incassare 25 milioni dalla cessione dell'ex Sporting.

SITUAZIONE - Su Joao Mario c'è sempre il Monaco, che ha offerto nelle scorse settimane un prestito oneroso (3 milioni) con diritto di riscatto a 15 che si può tramutare in obbligo in caso di raggiungimento di determinati obiettivi (numero di presenze e traguardi di squadre). A sponsorizzare l'approdo di Joao Mario nel Principato è stato il tecnico Leandro Jardim, che lo conosce bene dai tempi dello Sporting. L'Inter, dal canto suo, vorrebbe cederlo a titolo definitivo, anche se non è semplice. Joao Mario, infatti, è senza agente dopo la recente scomparsa del padre e al momento gli intermediari hanno fatto pervenire gli interessamenti direttamente all'Inter, che ha messo in uscita il calciatore lusitano. Senza però avere ancora un confronto diretto con l'interessato per capire quali possano essere le sue aspettative e preferenze. Oltre alla Cina Nelio Lucas sta lavorando sul fronte Premier League, dove Joao Mario ha lasciato buoni feedback in virtù della positiva esperienza con il West Ham, club che lo riaccoglierebbe volentieri e col quale lo stesso Lucas sta trattando il passaggio di Maximiliano Gomez dal Celta Vigo (operazione da 50 milioni di euro).

VIDEO - "MAURO NON MOLLARE, RESTA CON NOI", UN TIFOSO INCITA ICARDI FUORI DALL'ALBERGO

Sezione: Esclusive / Data: Mar 9 Luglio 2019 alle 17:28
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print