A margine della presentazione del ritiro estivo dell'Inter a Lugano, Alessandro Antonello, Ceo nerazzurro, si sofferma ai microfoni dei nostri inviati per rispondere alle loro domande. "Dobbiamo raggiungere l'obiettivo che ci siamo prefissati entro il 30 giugno - esordisce a proposito dei conti del club -. Il direttore Marotta e Ausilio stanno lavorando in questo senso, ci sono parecchi giorni di lavoro, siamo fiduciosi in merito alla soddisfazione dei requisiti".

Contate di avere in tempo per il ritiro un numero importante di giocatori? È una richiesta di conte o guarderete le possibilità?
"Dipenderà solo dalle possibilità dei giocatori che saranno a disposizione". 

Si procederà con operazioni minori sul mercato?
"In questa prima fase dobbiamo chiudere l'esercizio sociale al 30 giugno, poi si penserà alla fase di trasferimento estivo".

Avete pianificato delle uscite?
"In questo momento siamo aperti, ci sono tante opzioni: è prematuro parlare ora".

Si è insistito molto sul concetto di business nella conferenza stampa andata in scena prima: in quale chiave dobbiamo vederla?
"L'obiettivo era portare l'Inter a svolgere un ritiro in una location dove le infrastrutture e le condizioni ambientali siano ideali per iniziare la stagione. Mettere a disposizione del nuovo staff le condizioni ideali per partire. Poi non dimentichiamoci che Lugano è una città di business, quindi la volontà di avvicinare i nostri partner e quelli luganesi per creare condizioni di sviluppo".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - VALENTINO LAZARO, DALL’AUSTRIA A TUTTA FASCIA

Sezione: Copertina / Data: Ven 14 Giugno 2019 alle 12:59 / Fonte: dagli inviati Domenico Fabbricini e Christian Liotta
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print