"Buongiorno Sono un abbonato e seguo tutte le partite fuori casa in TV, mi arrabbio molto e dò in escandescenza per errori vari e torti arbitrali, ma ho letto e sentito troppe accuse a caso e soprattutto contro Spalletti, e vorrei fare un paio di considerazioni. E' vero l'eliminazione è stata frustrante. Ma è principalmente frutto di inesperienza e limiti tecnici. In squadra ci sono 4 giocatori veramente forti: i due centrali di difesa, Naingolan e Icardi (quest'ultimo con dei limiti - non è capace di stoppare la palla e tenere su la squadra - ma si batte tantissimo). Dei quattro uno infortunato e non abbiamo un rincalzo vero. Brozovic incomincia a risentire del Campionato del mondo e sicuramente è calato rispetto all'inizio di campionato. Perisic verrà fuori più avanti. Politano è il più veloce di tutti ma il fisico è quello che è: se è stato cambiato è perchè non ce la faceva più, cosa che è regolarmente successa in tutte le precedenti partite. Se tutti i giocatori arrivano al limite dell'area e non sono capaci di tirare che colpa ne ha l'allenatore? Se li facesse allenare due ore IN PIU' al giorno a tirare ed a palleggiare con i due piedi - abbiamo un branco di monopede - sicuramente le cose andrebbero meglio da un punto di vista tecnico, ma sarebbero tutti scontenti e con il muso. Non è un caso che Ronaldo pur non avendo nessuna dote evidente sia uno dei più forti al mondo: si fa un mazzo così! I cambi di Spalletti credo siano sempre dovuti a scelte per la stanchezza o il rendimento del momento, e bisognerebbe chiedere a lui le ragioni, ma sparargli addosso non serve a niente. Io ci trovo sempre della logica, a volte anche nel fare un tentativo "strano". Ma tutti i fan di Keita o di Lautaro spero la finiscano di insistere che devono giocare a tutti i costi: hanno dei grossissimi limiti. Speriamo, con Marotta, di avere quel qualcosa in più per acquistare campioni veri, ma senza i conti a posto anche lui non può far niente. Ausilio? Tutti fanno degli errori, ma il fatto che sia stato premiato proprio oggi vorrà pur dire qualcosa.... Amiamola".

Matteo

 

"Gentile Redazione, Vi scrivo per esprimere la mia modesta opinione e per ringraziarvi dello spazio che ci concedete per esprimere le nostre opinioni da semplici tifosi. Siamo usciti dalla Champions e siamo retrocessi, per la seconda volta nella nostra storia, nella meno nobile e meno remunerativa EL. Dispiace, ma forse non tutto il male viene per nuocere: 1) Forse è la volta buona per liberarci del fardello del nostro molto indegno ex presidente e di quel 31,05% ancora nelle sue mani che sta pesando enormemente sulla manovra di Suning. 2) In EL i nostri calciatori potranno fare più esperienza in campo internazionale con meno pressioni addosso. 3) Da ora in poi si potrà valutare meglio l'operato di Spalletti e a fine stagione tirare le somme sul suo biennio in nerazzurro. 4) In questa situazione Marotta potrà riflettere con più tranquillità e programmare la prossima stagione. Detto questo, se si dovesse cambiare guida tecnica a fine campionato, anzichè andare su nomi irraggiungibili per costi o per ambizioni, e continuare testardamente la pista Conte, suggerisco un nome su tutti: Simone Inzaghi. Un tecnico giovane, preparato, ponderato, che non pretende l'impossibile e che sa gestire situazioni difficili ( vedi il suo attuale presidente) senza scomporsi e senza andare in escandescenza. Sarebbe un Allegri in versione nerazzurra. Pensateci. AMALA".

Davide

 

"Il massacro mediatico di oggi è stato vergognoso. Il Napoli che avrebbe potuto prendere 4 gol è stato sfortunato ed esce a testa altissima, mentre noi dopo 25 tiri in porta siamo stati pessimi. Nessuno che riporti il fatto che al di là dei nostri demeriti, gli inglesi hanno giocato contro una squadra diversa rispetto a quella incontrata da noi è che hanno pareggiato una partita che in altre condizioni non avrebbero pareggiato. Nessuno che sottolinei come un regolamento discutibile e costruito in nome degli incassi finisca per alterare il risultati sportivi. Nessuno che sottolinei il fatto che abbiamo giocato con una formazione assurda figlia anche di tagli imposti da un ridicolo FPF che sembra valere solo per alcuni è non per altri. Nessuno che ricordi che il nostro miglior acquisto e sul quale abbiamo puntato molto, non sia ancora praticamente mai sceso in campo. Oggi invece improvvisamente tutti concordi nel ritenere Spalletti un incapace, la maggior parte dei giocatori impres entabile, Asamoah ( che per quanto mi riguarda sta giocando un’ottima stagione) scarso e un pacco rifilato dalla Juve. E quello che fa più male è che molte di queste critiche arrivano da noi stessi o da chi ci è vicino ( compreso un clima allo stadio impossibile, sembrava stessimo retrocedendo e non giocando per la CL).oggi Ho letto e sentito critiche indegne da giornalisti o presunti tali che fanno del salto sul carro del vincitore lo sport nazionale. Mai un po’ di obiettività e di onestà intellettuale. Una cosa positiva però l’ho trovata. Ieri ero davvero a terra e deluso perché convinto che l’avremmo meritato ma tutto questo non ha fatto altro che ricordarmi che da noi siamo speciali ( nel bene e nel male) e che far parte di questo è solo un onore. Forza ragazzi".

Massimiliano

VIDEO - COPENAGHEN-BORDEAUX, MAGIA DI KARAMOH IN EL

Sezione: Visti da Voi / Data: Gio 13 Dicembre 2018 alle 21:06
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print