"Buongiorno a tutti gli interisti,leggo con stupore ciò che dice la stampa a proposito degli eventuali acquisti nel mercato di gennaio vorrei invitarvi ad una semplice riflessione .mi sembra chiaro che a questa squadra manchino 2 giocatori e per facilitare la comprensione dico semplicemente che mancano cambiato e shneider (per noi interisti cosi'e' più semplice capirci).il nuovo shneider doveva essere borja valero,ma dopo una carriera da mediocre non si poteva sperare che venisse a fare il fenomeno a Milano ,il nuovo sheneider invece doveva essere banega o jovetic(forse ce ne siamo sbarazzati troppo in fretta)ed allora improvvisiamo giocatori sempre fuori ruolo come bronzo,joao mario o lo stesso valero che li non ci hanno mia giocato ed i risultati si vedono,senza un trequartista di talento continuiamo a fare cross per cardi ma ora che tutti lo hanno capito (compreso allenatori di serie c o delle giovanili)basta marcalo bene e non si segna più'.un appunto anche su joao che e' arriv ato all'inter come miglior giocatore degli europei (vinti)e partira senza aver giocato nemmeno un minuto nel suo ruolo naturale di esterno destroed i nostri fenomeni di mercato pare vogliano comprare altri laterali di qualità !!!(speriamo non mettano in regia poi ...) amala".

Alberto

 

"Buongiorno Redazione, come ogni anno di questi periodi assistiamo alla "flagellazione" di alcuni(secondo me tanti)tifosi che sparano a desrta e a manca cavolate astrali. Sono d'accordo con il post di Beppe Bergomi, non vedo crisi, l'Inter ha fatto grandi risultati (chiunque avrebbe firmato per i 40 punti in classifica) fino alla gara casalinga con l'Udinese anche se nel primo tempo avremmo meritato un 3 a 1, col Sassuolo non abbiamo giocato male, la partita è cambiata dopo il rigore sbagliato da Icardi, se l'avesse centrato staremmo a parlare d'altro. Infine il derby di coppa, per me non è un dramma, se avrebbe fatto giocare qualche riserva era meglio, almeno avremmo risparmiato energie per la Lazio. Vorrei infine fare un plauso al sig. Diaz, bravo! Certi "tifosi" è meglio che se ne stiano a casa o spengano il televisore. Ricordate che i giocatori sono essere umani e non robot, un calo fisico ci può stare, se poi a voi piace vincere facile allora dovete tifare Rubentus. Io sono convinto che ci rialze remo e ripartiremo alla grande, e inotre vorrei ricordare che il nostro obiettivo è la champions e per ora ci stiamo dentro. Con la speranza che tutto ciò avvenga, gia da sabato, auguro a tutti un Buon Anno. Forza Inter sempre".

Giuseppe

 

"Cara Redazione, scrivo riguardo il periodo "no" dell'Inter. Tre sconfitte consecutive, passaggio dal primo al terzo/quarto posto e eliminazione dalla Coppa Italia. Tutto in un mese, da quel 5-0 contro il Chievo che forse aveva illuso molti e che sembrava l'inizio di un dicembre, fondamentale per gli obiettivi stagionali, entusiasmante. Ora, è cambiato tutto. Il morale dalle stelle è sceso alle stalle, il gioco è diventato lento e prevedibile, anche io dal divano di casa, correndo, posso arrivare a Milano e intercettare circa la metà dei passaggi in una partita. Il calo fisico, naturale dopo circa metà stagione, ha portato con sè anche un calo di risultati e un conseguente calo mentale. Che fare? 1)Servono più giocatori, avere in rosa solamente dodici, tredici giocatori da poter schierare con tranquillità (relativa) comporta dei cari extra, delle faticate extra e un conseguente calo fisico. Anche il Napoli è calo per alcune partite, proprio quando noi siamo andati in testa, perchè anche loro hanno la rosa corta. La Juventus c'ha venti giocatori che possono essere tutti titolari. Questo è il segreto. 2)Società e allenatore con i coglioni (e senza giri di parole). Un giocatore ha un momento di calo? Sta in panchina, Perisic non doveva giocare la partita contro il Milan come Candreva non doveva giocare quello contro il Sassuolo. Ma per fare questo servono giocatori e torniamo dunque al punto 1. Società e allenatori seri anche per mandare i giocatori in tribuna. Avete sentito le parole di Allegri? "In attacco corrono tutti perchè a nessuno piace la panchina" bene anche noi dobbiamo fare lo stesso. Allegri ha mandato il tribuna tutti! Chiellini, Barzagli, Bonucci, Higuain, Costa in panchina per sei partite, Dybala mai più visto titolare dopo i due rigori falliti. Questo è sinonimo di società forte e di un allenatore che, oltre ad avere il consenso della società, ha anche i coglioni e il rispetto. 3)Mercato, per tornare quindi al punto 1. Non è ammissibile per una squadra come l'Inter che DEVE puntare a vincere, perchè è nella nostra storia, avere in rosa 3 difensori centrali e 3 centrocampisti. Non è possibile, almeno servono 4 difensori centrali e 5 centrocampisti. Lucio, Samuel, Materazzi, Cordoba Stankovic, Quaresma, Thiago Motta, Muntari, Vieira, Cambiasso Ce li ricordiamo questi nomi? Contiamo quanti sono... Servono giocatori. Abbiamo una rosa ristrettissima. In attacco abbiamo solo Eder e Karamoh 19enne che possono dare un cambio a Perisic-Icardi-Candreva. Comprare non significa spendere miliardi. I colpi più importanti sono sempre quelli a zero! Cambiasso, Figo, Pirlo e Pogba per la Juventus! La Juventus (prendo lei come esempio essendo la dominatrice da sei anni) ha preso Vidal a 12 milioni, Pirlo come detto a zero, Bonucci a 13 milioni, Pogba a zero, Asamoah a 9 milioni, Llorente a zero, Tevez a 15 milioni, Evra a 1,5 milioni, Morata a 20 ma poi lo hanno venduto a 30, Alex Sandro a 26 milioni , Khedira a zero, Dybala a 40 milioni (ne vale 80 ora), Mandzukic a 21 milioni. Poi arrivano Pjanic a 32, Benatia a 20, Cuadrado a 25, Pjaca a 23, Higuain a 90 (sempre comunque Dani Alves a zero) ma avevano venduto Pogba a 100 milioni e avevano vinto cinque scudetti e altre tante coppe. Tutti questi numeri per dire che non serve spendere 40 milioni per Kondogbia o Joao Mario, basta saper trovare i giocatori, saperli vedere (gli osservatori dell'Inter sono ridicole!). Perchè prendere Dalbert se poi gli serve un anno per ambientarsi? Semplicità e bravura, non c'è nulla da dire, Marotta è il miglior DS in Italia e mi duole ammetterlo, la Juventus merita tutti i titoli vinti perchè ha la miglio società, il miglior allenatore e soprattutto la mentalità vicente. Chiudo con alcuni nomi di mercato, perchè noi tifosi non possiamo farne a meno. Terzini (servono come il pane): Bellerin, 22 anni titolare dell'Arsenal che però non costa tanto Marcos Alonso, esperienza in Italia, conosce il nostro calcio e potrebbe andarsene dal Chelsea Digne, 24 anni, riserva di lusso del Barcellona, potrebbe voler più spazio Sergi Roberto, è un tutto fare, gioca anche da terzino anche se è un centrocampista. Tutti questi non costano sicuramente più di 20-25 milioni, magari facciamo come la Juventus, prestito a 3,4 milioni con riscatto obbligatorio a 20 se vinciamo il Campionato e se andiamo in Champions. Non è possibile che la Juventus possa prendere Douglas Costa con prestito a 6 milioni e riscatto a 40 con condizioni inverosimili! O Howedes, che ci avrebbe fatto comodo a 3,5 milioni con riscatto a 13 anch'esso a condizioni pazzesche. Serve furbizia e astuzia che sembrano sinonimi ma non lo sono. Un saluto, sperando che il mercato ci regali almeno cinque, sei giocatori e sperando che i prossimi risultati siano migliori".

Davide

 

Sezione: Visti da Voi / Data: Sab 30 Dicembre 2017 alle 08:15 / articolo letto 3927 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit