"MAURITO quello che tu dici è tutto vero , io ti ho sempre sostenuto ti ho sempre amato e ti amerò sempre ( pure se lascerai l'INTER se che AMI DAVVERO TANTISSIMO ) . Però immagina se Peresic o Brozovic o altri fossero stati il Capitano e avessero avuto una moglie ( come Wanda anche procuratrice show girl ed opinionista ....... ) che fosse andata in televisione a dire " ICARDI ha dei problemi personali e tutto quello che a detto a Spalletti o sul rinnovo del contratto...........MAURITO se sei onesto penso che anche Wanda ha mancato di rispetto e purtroppo questo ricade su di te che vivi lo spogliatoio. MAURITO , solo alla morte non c'è rimedio , torna in gruppo parla col gruppo che ti accoglierà alla grande E RICORDALO TI PENTIRAI AMARAMENTE se dovessi abbandonare l'INTER e NOI INTERISTI , perchè TU AMI L'INTER IN MANIERA VISCERALE E SEI L'UNICO CHE PUOI INCARNARE JAVIER ZANETTI . Si la società ha esagerato a toglierti la fascia ma se AMI l'INTER te la riconquisterai facilm ente CON L'AIUTO DI NOI TIFOSI . DIVENTA LA STORIA dell' INTER VINCIAMO INSIEME ( VADO IN CURVA NORD DA 42 ANNI ), NON TI ABBATTERE BASTA RITROVARE IL CAMPO E LO SPOGLIATOIO e sarà tutto più facile. SPERO TU POSSA LEGGERE QUESTO MESSAGGIO D'AIUTO , D'AMORE VERO E SINCERO. FORZA MAURITO NON MOLLARE . AMALA".

Giovanni

 

"Ho appena finito di leggere la lettera di Mauro Icardi parole vere e piene di amore verso l'Inter. GRANDE CAPITANO Comunque caro Mauro l'Inter e gli interisti non ti meritano anche se con dolore ti consiglio di andare via da questa squadra piena zeppa di gente che rema contro spero che tu non vada alla Juve magari al Napoli o meglio all'estero. BUONA FORTUNA A TE E ATUTTA LA TUA FAMIGLIA GRAZIE DI AVERMI DATO PIU' DI CENTO GIOIE".

Gianluca

 

"Non ho social ed anche se li avessi non penso Icardi mi risponderebbe ma vorrei che qualcuno gli ponga la seguente domanda: "Hai pagato la multa per il rientro in ritardo dalla pausa invernale?" se la risposta fosse "sì" allora ha ragione Icardi se la risposta è "no" Icardi ha torto marcio. Quando è arrivato Marotta immagino che il primo discorso fatto ad allenatore e squadra fosse improntato alla serietà, professionalità, unione di intenti e rispetto per la proprietà e le sue regole. Ecco, le regole a cui per primo si è sottomesso Naingolan accettando la multa per i ritardi ma se la medesima comminata ad Icardi subito dopo non fosse stata accettata ha portato conseguenze. Non averlo fatto ha screditato la sua autorevolezza, accentuato dal fatto di essere il capitano. A questo punto Perisic ha capito che Icardi si sentiva un privilegiato ed ha chiesto, solo a quel punto, di esser ceduto in anticipo spiazzando la società stessa, Il gesto del croato non è stato un capriccio ma una presa di posizione "o le regole valgono per tutti oppure io non resto qui". Spalletti a questo punto si è dovuto esporre ed ha chiesto alla società di intervenire ed ora siamo a questo punto. Wanda in questa faccenda ci entra marginalmente, direi che fa il suo lavoro dopotutto dobbiamo ricordarci i metodi di Raiola per spuntare aumenti di ingaggio o vendita dei propri assistiti (vedi Ibrahimovic, Bolotelli ed ultimo Donnarumma). In effetti la famiglia allargata Icardi è un po' sovraesposta sui social ma la vedo dura per chi ne è così dipendente allontanarsene".

Frederik

 

"Gentilissimo Direttore, chi Le scrive è da sempre un appassionato tifoso interista, basito ed incredulo rispetto alle ultime vicende insorte nell’ultimo periodo nella nostra amata e “pazza” squadra. Stiamo riuscendo (e forse lo abbiamo già fatto) a distruggere uno dei pochi forti giocatori in rosa, il quale probabilmente nella prossima sessione di mercato sarà ceduto in modo che possiamo tranquillamente continuare nella nostra tradizione di privarci di qualche buon giocatore tipo Roberto Carlos (ceduto perché non sapeva difendere), Seedorf, Pirlo, Ronaldo (il vero Fenomeno) perché non andava d’accordo con mister Cuper. Peccato però che i fatti poi ci hanno condannati. Adesso tutti contro Mauro Icardi perché ha chiesto un aumento di ingaggio (prassi disgustosa, ma diffusa in tutti i calciatori), quando tale richiesta avvenne alcuni anni addietro dal signor Raiola per il suo assistito Donnarumma non si creò tale casino mediatico. Allora via “l’appestato” ex capitano (a proposito non rico rdo un cambio di fascia a campionato in corso). Invece altri giocatori della rosa sono liberi di inviare like sull’eventuale arrivo di Dzeko. Icardi continua ad essere trattato come un mostro che non merita niente e che per tutti e dico tutti deve essere cacciato a calci nel sedere, mentre Perisic dopo un girone di andata giocato a passeggiare è diventato per il nostro allenatore un giocatore che ama l’Inter. Noi siamo bravi a difendere giocatori che “si impegnano” tipo Nagatomo, tipo Pereira, tipo M’Vila, tipo Alvarez, ecc. ecc. e abbiamo l’abilità a mettere fuori rosa uno dei più forti centravanti attualmente in giro, complimenti!!! Forse il signor Spalletti ama vivere nei “casini”, dopo il suo “amore” verso Totti, adesso ha puntato Mauro Icardi, in modo che rappresenti in pieno la nostra canzone “Pazza Inter”. Vorrei che queste mie brevi amare considerazioni venissero conservate in un cassetto e tolte fuori tra qualche anno quando Icardi avrà dimostrato altrove il suo valore e noi nel frattempo avremmo tolto dalla panchina il signor Spalletti, il signor Perisic sarà andato via, e noi continueremo nei nostri eterni rimpianti. Saluti da un deluso tifoso interista e tifoso di Mauro Icardi".

Rino

 

"Salve vorrei lanciare un'appello a chi di dovere perche' si faccia del tutto per definire una volta per tutte questa incresciosa vicenda che vede protagonisti Icardi ed il resto della societa' Premesso che chi scrive e' dell'avviso che quando si litiga , le colpe sono da dividere tra i protagonisti e mai nei confronti di una sola parte ma superando adesso di chi siano le responsabilita' maggiori, sarebbe il caso che si adottassero tutti quei provvedimenti idonei a che la situazione si ricomponga. Leggo di amore verso i ns colori , di decisioni prese per tutelare questo o quello ma adesso sinceramennte non vedo in nessuno la volonta' di remare uniti perche' tutto questo si superi. Mi permetto di suggerire , anzi no dico come mi comporterei io se a litigare fossero stati ad esempio mio padre con un mio fratello : ci chiudiamo in una stanza e ci restiamo fino a quando non avremo risolto tutto perche' se si professa amore e lealta' , alla fine questi valori devono emergere. Quindi a questo punto l'esperto signor Marotta ( sicuri che sta' andando nella direzione giusta?) deve riunire nello spogliatoio , la squadra al completo ( ovviamente incluso Icardi) staff tecnico e rappre sentanti societa' e restarci fino a quando la frattura non si sara' ricomposta . Ragazzi ricordiamoci , seppur con i suoi errori ( chi di noi non ne' commette) cosa ha dato Icardi ai ns colori e con questo non dico che il suo comportamento sia esente da colpe, ma allo stesso tempo dico : sicuri che altri non abbiamo sbagliato come o piu' di lui? E cmq e' utile superare il gioco di chi ha piu' colpe se veramente si vuole uscire da questa brutta situazione. Son cresciuto con l'idea che la societa' Internazionale , sia una famiglia, ebbene in quale famiglia non si litiga? ma poi seduti intorno ad un tavolo tutto per il bene comune e l'amore reciproco , si ricompone. Appunto io credo che si dovrebbe agire in questo senso. Icardi ha sbagliato ? bene gli si fa' capire l'errore , Spalletti ? idem , I compagni? allo stesso modo. Ragazzi 100 e piu' gol non sono noccioline mentre se vogliamo la storia insegna che Spalletti a Roma ha dato il benservito ad una BANDIERA come Totti.....Da un lat o capisco Icardi e vorrei vedere chi di noi seppur pagato profumatamente , deve recarsi ad un posto di lavoro dove sa' che la maggior parte dei colleghi gli e' contro mentre ha la possibilita' di mettersi in malattia e aspettare l'evolversi della vicenda . Quanti non lo farebbero. Io personalmente , ho apprezzato molto la lettera social scritta da Icardi, mentre non vedo dalla parte avversa la stessa amarezza per cio' che e' successo. Ripeto non faccio una questione di parti, perche' cosi non se ne esce perche' ognuno di noi se litighiamo con qualcuno , rivendichiamo la ragione ma esorto chi puo' farlo ad agire invitando anzi costringendo le parti in causa ad un incontro chiarificatore della durata necessaria perche' si esca da questa assise con un comune fine : IL BENE DELLA NOSTRA CARA INTER gia' pesantemente attaccata da tutto l'ambiente esterno ( vedi in ultimo Firenze o gia' prima le sanzioni del dopo Napoli etc etc) e poco importa ch debba essere il primo a fare il passo. Umilmente, un tifoso accanito malato di interismo acuto".

Saverio

VIDEO - ACCADDE OGGI - CRESPO D'AUTORE, L'INTER RIMONTA LA ROMA: 3-3 (2009)

Sezione: Visti da Voi / Data: Ven 01 marzo 2019 alle 17:37
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print