"Come era ampiamente prevedibile, dopo l'esonero di Luciano Spalletti (che a riportato l'Inter in Champions League) sarà Antonio Conte a sedere sulla panchina della Beneamata per i prossimi tre anni. Il quarantanovenne tecnico leccese (allenatore numero 72 della storia per il club milanese che ebbe in Virgilio Fossati il suo capostipite) ha le carte in regola (i successi con il Bari, la Juventus e il Chelsea, senza dimenticare il brillante europeo con gli azzurri, ne sono la prova più che tangibile) per riportare l'Inter dove merita. Messo il punto sul primo arrivo targato Marotta (per la gioia di Steven Zhang) si dovrà provvedere a rinforzare la rosa che (i rumors sembrano andare in questa direzione) non dovrebbe comprendere più Icardi... scucitosi fascia da capitano e maglia dopo il tira e molla dei mesi scorsi. La nuova Inter comincia, quindi, a prendere forma. Il prossimo a essere annunciato (Godin) fa già pregustare la solidita del pacchetto arretrato. Adesso non resta che attendere fiduciosi perché Antonio Conte, possiamo starne certi, riporterà l'Inter a rinverdire la sala dei trofei che, dalla vittoria in Coppa Italia contro il Palermo nel 2011, è ferma a 39 allori conquistati. L'ultimo a guidare prima la Juventus per poi sedere sulla panca dell'Inter, riportandola a vincere in Italia e in Europa, fu Giovanni Trapattoni. Ad Antonio Conte l'augurio di emulare il mitico Trap".

Francesco

 

"Gentile Redazione, Enrico Mentana, noto tifoso interista, ha bollato come allucinante e farneticante l’ennesimo comunicato della Curva Nord nerazzurra emesso per dare il “benvenuto” al neo tecnico Conte, che è stato successivamente rimosso dagli stessi autori. Anche se il monito del giornalista, dalla chiara matrice evangelica, risulta condivisibile: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”, il direttore del TG La 7 non può, però, sottacere il fatto che nello staff dell’allenatore salentino tornerà a figurare nuovamente quel Cristian Stellini già vice di Conte al Siena ed alla j**e. All’epoca dell’ultimo scandalo scommesse, Stellini confessò ai giudici gli illeciti sportivi compiuti prima da (ex) giocatore del Bari (con Conte in panca) e poi come suo secondo a Siena, patteggiando infine una condanna a 2 anni e 6 mesi. Il sempre puntuale Paolo Ziliani, a tal proposito, titolava sibillino su il Fatto Quotidiano già lo scorso lunedì 27 maggio: “CONTE RIPRENDE STELLINI IL VENDUTO”, ricordando come il tesseramento da parte della società nerazzurra dell’ex difensore di Como, Ternana e Genoa “lascerebbe dietro di sé una scia di imbarazzo lunga chilometri”. E noi, che da appassionati di questi colori abbiamo già chiuso un occhio - da cui la primordiale condizione di guerci.... - sulla condanna di 10 mesi, poi ridotta a 4, per l’omessa denuncia che ha sporcato anche la fedina sportiva di Conte a seguito dell’illecito compiuto in quel “famoso” Albinoleffe-Siena di 8 anni fa, faremmo fatica - qualora "accettassimo" davvero Stellini - ad ammettere l'ulteriore peggioramento del nostro difetto visivo obnubilandoci del tutto non solo la vista, ma soprattutto la memoria...... Ci resterebbe dunque un’unica, indifferibile domanda: come potrà Conte fidarsi ancora di Stellini nella nuova esperienza nerazzurra dopo che il tecnico salentino aveva raccontato a suo tempo alla Gazzetta di essersi molto arrabbiato con lui, a seguito di quei suoi comportamenti che avrebbero messo in difficoltà e danneggiato l’allenatore? L’ultima cosa che si vorrebbe è che Conte - da insaputo masochista - si rivelasse un allenatore “solo chiacchiere e distintivo”, proprio alla stregua del peggior Lippi".

Orlando

 

"Annunciazzione, annunciazzione...alla fine della fiera è arrivato Conte! posso capire la lungimiranza della società,la razionalità che giustamente premia questa scelta,si è dimostrato un grande allenatore,ma per me sempre "JUVENTATO"rimane,aspetto solo di vedere che verrà,purtroppo sono interista di"pancia"quindi nessun odio ne pregiudizio ma per ora neanche empatia,aspetto e basta ciao e buona estate a tutti AMALA(anche con il caldo e se l allenatore non ti ispira simpatia sarai sempre la squadra mia".

Gianluca

VIDEO - MAGIA DI MODRIC, PERISIC NON PERDONA: GOL CON LA CROAZIA

Sezione: Visti da Voi / Data: Lun 3 Giugno 2019 alle 21:18
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print