La permanenza di Radja Nainggolan all'Inter non è scontata. Questa, almeno, la convinzione di Tuttosport: "Nainggolan deve fronteggiare anche il cambio di allenatore - si legge -. Alla Pinetina non ci sarà più Luciano Spalletti, il tecnico che lo ha trasformato trequartista alla Roma esaltandone le doti di incursore e goleador, e lo ha fortemente voluto all’Inter per trasferire quelle virtù in nerazzurro. Ma inizierà l’era di Antonio Conte che nel corso degli anni ha inseguito il belga, prima alla guida della Juventus e poi del Chelsea. Il centrocampista però ha sempre detto no preferendo restare alla Roma. Conte non la butterà certo sul personale, ma sarà chiamato a pesare l’evoluzione della carriera di Nainggolan a qualche anno di distanza da quei corteggiamenti. Il numero 14 nerazzurro ha caratteristiche temperamentali e tattiche che piacciono sicuramente all’allenatore salentino. Il nuovo allenatore non vuole fare a meno di Nainggolan a patto che sia la miglior versione del calciatore apprezzato a Roma negli anni precedenti. Conte ha già avvisato che vuole tutti giocatori al massimo dell’impegno. Di sicuro in dodici mesi l’orizzonte è cambiato per Nainggolan: da idolo acclamato a giocatore circondato da scetticismo. Ma il Ninja è un combattente. E il gol all’Empoli non può essere dimenticato. Quello è il Nainggolan che l’Inter vuole vedere senza intermittenze".  

Sezione: Rassegna / Data: Mar 04 giugno 2019 alle 09:35 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print