Dopo la serata di Singapore e la prima sconfitta dell'Inter di Antonio Conte, Tuttosport si concentra sulla particolare serata di Romelu Lukaku. "Oggetto del desiderio sul mercato, negato dai Red Devils alle brame nerazzurre, è stato spettatore di un match che probabilmente avrebbe già voluto giocare con la maglia dell’Inter addosso. Invece è rimasto seduto dalle parti di Solskjaer, a tratti imbronciato quando la telecamera lo inquadrava, a tratti col viso più aperto in qualche sorriso da dispensare insieme a uno scherzo per i compagni sostituiti. Alla fine del match, l’attaccante, quatto quatto si è avvicinato ad Antonio Conte: i due si sono salutati e il tecnico dell’Inter gli ha dato una bella pacca sulla spalla. Chissà poi che si sarà detto Lukaku anche nello scambio di battute avuto a bordo campo con il connazionale Nainggolan, lui che invece all’Inter non sta vivendo un momento felice. Fatto sta, che all’uscita dallo stadio, una maglia dell'Inter, pur non avendo giocato la partita, Lukaku la aveva recuperata comunque e l’ha portata con sé. Che se la voglia provare di nascosto per vedere l’effetto che fa? Sicuramente in questi giorni gli fischieranno le orecchie. Perché c’è da giurare che si parlerà di lui a Nanchino, a casa Suning, dove mercoledì l’Inter affronterà in amichevole la Juventus. Marotta e Ausilio oggi prenderanno l’aereo per la Cina e già domani inizieranno a discutere di mercato. L’antipasto dell’amichevole sarà infatti il vertice con la famiglia Zhang (oltre al presidente Steven ci sarà anche il papà, Jindong), durante il quale si parlerà di strategie e si cercherà (ammesso che ci sia) un modo per sbloccare la trattativa-Lukaku. Con le parti al momento ancora molto distanti: il Manchester è fermo alla richiesta di 88 milioni di euro, l’Inter continua a ragionare su 60 milioni più 15 di bonus. Non sarà agevole trovare il modo di colmare il gap". 

Intanto si va avanti a lavorare anche sull’altro obiettivo per l’attacco, Edin Dzeko. "Pure in questo caso - si legge sul quotidiano -, con la Roma continua a esserci distanza: è rimasto tutto fermo alla richiesta di 20 milioni dei giallorossi, con l’Inter che non è andata oltre i 12. La sensazione, però, è che in questo caso sia molto più semplice sbrogliare la matassa per regalare a Conte almeno il bosniaco. Si attende una ripresa delle operazioni di avvicinamento già la settimana prossima, quando la dirigenza nerazzurra rientrerà da Nanchino e verrà molto probabilmente riaperto il canale per trattare con la Roma". 

VIDEO - IBRA PLANA SU L.A.: TRIPLETTA SPETTACOLO NEL DERBY, PRIMO GOL DA STROPICCIARSI GLI OCCHI

Sezione: Rassegna / Data: Dom 21 Luglio 2019 alle 08:46
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print