Arrigo Sacchi legge le carte al campionato che parte oggi. "La Juventus, sempre coraggiosa, merita i favori del pronostico dopo i nove scudetti di fila, a patto che il club affianchi di più il nuovo tecnico Pirlo rispetto a quanto ha fatto con Sarri e lo segua negli acquisti e nelle idee - si legge sulla Gazzetta dello Sport -. L’Inter sarà l’antagonista principale per gli investimenti, la storia e le capacità di Conte. Antonio è una certezza, un grande allenatore che però dovrà riuscire a far giocare un football più deciso e di dominio: soltanto in questo modo potrà essere competitivo con i bianconeri. Il Milan potrebbe crescere molto, sempre che acquisisca una forte identità. L’Atalanta di Gasperini si ripeterà? Sì, se i giocatori non perderanno la modestia, lo spirito di squadra, l’entusiasmo e la gioia di correre, di lottare e sacrificarsi per i compagni. Il Napoli è un punto interrogativo, gli auguro che ritorni ai tempi di Sarri. La Roma di Fonseca ha cambiato presidente, occorrerà pazienza. La Lazio di Inzaghi interpreta bene il nostro calcio tradizionale, comunque sempre più attento alla fase difensiva e alle marcature a uomo".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 19 settembre 2020 alle 10:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print