Parlando alla Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi elogia Nicolò Barella: "Ricordo quando lavoravo a Coverciano – racconta Sacchi -. Pochi apprezzavano Barella. Dicevano che aveva solo grinta. No, aveva valori, cuore. Era già un giocatore. La tecnica si migliora sempre, col lavoro".

Sullo scudetto.
"Torneo incerto. Ma l’incertezza non significa necessariamente bellezza: è solo incerto, per ora".

Eriksen può cambiare l’Inter?
"Nessun giocatore può cambiare una squadra, altrimenti Maradona avrebbe vinto la Coppa Campioni".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 18 gennaio 2020 alle 10:02 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print