E' il giorno dell'incontro in Spagna tra i club europei, in vista di quello che mercoledì vedrà protagoniste Uefa ed Eca, ma l'Inter (come Juve, Milan e Roma) non ci saranno. "Oltre duecento club — tra i quali 16 di Serie A (escluse Juve, Milan, Inter e Roma) e una decina di B, più una trentina di Leghe — oggi e domani nella capitale spagnola per trovare una linea comune, prima dell’incontro di mercoledì con Uefa ed Eca. Con il timore che la Superchampions in arrivo nel 2024 possa svuotare d’interesse i tornei nazionali rendendoli meno attrattivi e più poveri. Dove si va? - si legge sulla rosea - Il discorso è chiaro: il Barcellona, quasi 700 milioni annui di fatturato, vuole più sfide contro gli altri oligarchi del pallone, Bayern, Juve, Psg, e meno contro le piccole che abbassano fatturato, diritti tv, interesse. Una Champions «più attrattiva». I top club sono interessati a una riforma che in qualche modo garantirebbe stabilità — leggi presenza — nelle coppe. Ma le piccole e le medie d’Europa? Tutte le parti sono d’accordo soltanto su una cosa: il nuovo sistema a tre coppe che debutta dal 2021-22. Comprensibile. Squadre medie (ex grandi) come Bruges o Stella Rossa, grandi storiche decadute come il Benfica, outsider come l’Olympiakos, sanno che alla Champions ormai possono partecipare e basta. E che l’Ajax, con De Jong e De Ligt già verso altri lidi, resterà un’eccezione".

Sezione: Rassegna / Data: Lun 06 maggio 2019 alle 10:58
Autore: Mattia Todisco
vedi letture
Print