Romelu Lukaku sfida Ciro Immobile: Lazio-Inter è anche il duello a distanza tra i due centravanti. Lo spiega il Corriere dello Sport: "Romelu Lukaku è la chiave del gioco offensivo dell’Inter. Protegge la palla ed è quasi impossibile sfilargliela. Una quercia a cui appoggiarsi per salire a rimorchio e sorprendere le difese. Conte verticalizza sul belga, non a caso indicato dalle statistiche della Lega di Serie A al secondo posto come passaggi chiave (ben 21). Lo precede soltanto Luis Alberto (25), che di mestiere fa il centrocampista e il dato comincia a spiegare la differenza tra il 3-5-2 dell’Inter e quello della Lazio. La manovra nerazzurra è finalizzata a sfruttare totalmente le due punte. Lukaku e Lautaro Martinez giocano in linea, si dividono equamente il fronte d’attacco. Il belga galleggia sul centro-destra per rientrare e sfruttare il suo tiro potentissimo di sinistro. L’argentino parte defilato sul centro-sinistra e gira intorno a Lukaku, abbinando rapidità e intuizioni a una qualità tecnica eccelsa. Coppia completa. L’intero movimento dell’Inter è votato a scaricare palla e cercare i due attaccanti per guadagnare campo approfittando della mole di Lukaku. L’Inter fuori casa non ha mai perso: 9 vittorie e 2 pareggi. La Lazio è imbattuta in casa: 9 successi e 3 pari.  Immobile e Caicedo (o Correa) attaccano in modo diverso e assai più verticale, cercando di approfittare di ogni corridoio libero e dei lanci filtranti di Luis Alberto".

solidità difensiva e ampiezza di gioco per entrambe. "Può pesare la fisicità - evidenzia il Corsport -. L’Inter è prima per gol di testa dall’inizio del campionato (ben 16, 3 a testa di Lukaku e Lautaro), la Lazio appena sedicesima con 4. Conte cerca di sfruttare l’ampiezza al cross: 167 in 23 partite di campionato sbagliandone 88. Sono molto più imprecisi gli esterni di Inzaghi. La Lazio è ottava nella classifica dei cross e ne ha falliti 101 su 137. L’Inter è più precisa al tiro: 54,3% contro il 51,4% ma la squadra biancoceleste ci prova di più, 292 a 263". 

Sezione: Rassegna / Data: Sab 15 Febbraio 2020 alle 09:50 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print