Juventus-Inter è senza dubbio la partita di Antonio Conte. Oltre all'aspetto relativo ai tifosi, c'è l'acredine evidente tra il tecnico e Andrea Agnelli. Il tipico "C'eravamo tanto amati". L'ultimo episodio risale a giovedì sera: quando a Sky gli stavano domandando un commento sulle parole del suo ex presidente, Conte si è tolto l'auricolare, ha salutato ed è andato via. Segnale lampante del gelo.

Quella frase di Agnelli "Conte è una bandiera juventina, Conte è Juventus da questo punto di vista", pronunciata a poche ore dallo scontro diretto, è stata interpretata dal tecnico nerazzurro come una provocazione, secondo il Corriere dello Sport. La separazione ancora brucia, arrivata in modo burrascoso nel luglio del 2014, quando Conte criticava il mercato e parlava di Juve ancora lontana dai top-club e Agnelli la pensava diversamente. A distanza di anni, a pace sembra più lontana che mai.

Sezione: Rassegna / Data: Sab 29 Febbraio 2020 alle 09:46 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print