Voce ancora voce ad Amadeus, pronto per il suo ennesimo festival della Canzone italiana ma anche ben felice del percorso della sua Inter: "Il lavoro di Simone Inzaghi è fantastico. E merita un grande applauso il grande lavoro della società e di Marotta. Chi è arrivato lo ha fatto con lo spirito giusto. Inzaghi è davvero bravissimo: la sua Inter mi sta divertendo tantissimo…" ha detto a Tuttosport
Non sembra meravigliato da questa Inter prima in classifica. 
"Sono piacevolmente sorpreso. Quando sono andati via Conte, Hakimi e Lukaku non nascondo che ho pensato che sarebbe stato difficile ripetersi, che ci saremmo sgonfiati e invece siamo diventati una squadra. Ancora di più. Ora c’è un gioco di squadra…".
E il merito è di Inzaghi è... 
"Aver dimostrato di essere quello della Lazio, uno dei più bravi giovani allenatori d’Europa. La squadra gioca con serenità. Da quello che aveva imparato con Conte ha aggiunto anche uno spirito di gruppo che probabilmente quest’anno è ancora più forte rispetto a quello dell’anno scorso… "
Le spiace vedere Mourinho in crisi? 
"Sì, da interista mi dispiace vedere Josè così. Provo grande affetto per lui, conoscendolo so che sta soffrendo molto. Ma sta affrontando la sua prima stagione con una squadra nuova e bisogna farlo lavorare e se si può assecondarlo anche sul mercato".


 Il suo rivale per lo scudetto?  
"Quest’anno secondo me per lo scudetto se la giocano Milan, Inter e attenzione all’Atalanta. Dico attenzione perché non dico che che arriva per forza terza o quarta…". 













Sezione: Rassegna / Data: Sab 15 gennaio 2022 alle 12:30
Autore: Egle Patanè
vedi letture
Print