Javier Zanetti, in compagnia della moglie Paula, si concede in un'intervista a La Provincia di Como, nella quale si parla soprattutto del lavoro che i due compiono per la Fondacion Pupi, l'organizzazione benefica creata dal capitano nerazzurro a sostegno dei bambini di una delle zone più disagiate dell'Argentina: "Io collaboravo con Bergomi e i Bindun. Poi, io e Pau abbiamo pensato di poter iniziare a fare del bene anche nel nostro Paese, burocrazia permettendo. Pian piano abbiamo coinvolto tanti amici e tante persone a cui piaceva questa idea e siamo partiti con l’obiettivo di aiutare i bimbi che, in quel momento, erano quelli che soffrivano di più, con la crisi che l’Argentina stava attraversando", racconta il capitano interista, che poi parla di una storia che ha particolarmente preso a cuore: "E' quella di un bambino che si chiama Johnatan. È arrivato da noi, ha fatto tutto il percorso, adesso compie 18 anni e ha deciso di lavorare in fondazione come volontario. Per noi è una cosa fantastica.

Come lo abbiamo aiutato? In tutto. Nello studio, gioca a calcio. Non ha mai conosciuto il suo papà e lo ha cresciuto la nonna. Siamo stati la sua famiglia, tutte le decisioni pesavano su di noi e vederlo oggi che lavora con noi è una gioia immensa.

Sezione: News / Data: Gio 01 maggio 2014 alle 15:34
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print