Ospite degli studi di Sportitalia, il direttore di Inter Channel, Roberto Scarpini, ha messo sotto la lente di ingrandimento la reazione di Adriano Galliani in seguito alla decisione del giudice sportivo Gianpaolo Tosel di chiudere lo stadio di San Siro in vista della partita fra il Milan e l'Udinese: "Quando viene toccato il lato economico, ed è successo anche all’Inter in questa stagione, il discorso diventa quantomeno noioso. I tifosi, si innervosiscono, non sanno con chi prendersela e il tutto ricade sulle società.

Le stesse società, tuttavia, sono con le mani legate e pagano fin troppo, perché non possono fare null’altro se non utilizzare il megafono dello stadio per richiamare all’ordine i tifosi. La Uefa, tuttavia, ha scelto di stringere i cordoni su questa tipologie di squalifiche e di 'punizioni' e il calcio italiano non può far altro che adeguarsi".

Sezione: News / Data: Lun 07 ottobre 2013 alle 21:38
Autore: Emanuele Tramacere / Twitter: @tramacema
vedi letture
Print