La Gazzetta dello Sport ha annunciato quest'oggi l'imminente rivoluzione per l'Inter, che da fine marzo dovrebbe cambiare logo e nome trasformandosi in 'Inter Milano', adeguandosi così alla denominazione che la contraddistingue nel resto del mondo. Sempre la rosea precisa ora che, al netto del mantenimento della ragione sociale che sarà sempre F.C. Internazionale Milano, dietro questa scelta c'è una logica di marketing improntata al proiettare l'Inter nel futuro e nella globalità: quella della proprietà nerazzurra di Suning è una campagna in atto da mesi per studiare un nuovo marchio che mantenga la tradizione storica e il Dna, ma al tempo stesso che parli ai giovani identificando ancor di più l'Inter con Milano. Una campagna che, si legge, "ha coinvolto alcuni tra i designer più famosi del mondo, ma anche gli stessi tifosi e molti ex giocatori".

Anche l'Inter, pertanto, vuole affidarsi al rebranding, l’insieme di azioni che, nello specifico di un club calcistico, variano dal cambio di logo alla denominazione societaria, con cui i manager di un’azienda apportano delle modifiche al marchio al fine di riposizionare il prodotto sul mercato differenziandolo da quello della concorrenza e rendendolo maggiormente attraente.

VIDEO - LO SCHERZO DI ARTURO, LA GALOPPATA DI NICOLINO: TRIPUDIO TRAMONTANA

Sezione: News / Data: Lun 18 gennaio 2021 alle 12:37
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print