Urbano Cairo, presidente del Torino, è intervenuto questa mattina a Radio Anch'io Lo Sport a poche ore dalle elezioni federali che hanno visto la rielezione di Gravina come presidente Figc. "Credo che Gravina abbia fatto molto bene in un periodo difficile, la pandemia ha aggiunto problemi a un calcio che aveva già bisogno di riforme. Ha avuto ragione a far riprendere il campionato, pur a porte chiuse che è un peccato perché i tifosi generano qualcosa di speciale", dice Cairo.

Il numero uno del Toro prende posizione anche sulla querelle in Lega Serie A riguardo all'ingresso dei fondi, una partita che vive una fase di stallo dopo l'offerta di Dazn per i diritti tv dei prossimi tre anni. "Eravamo favorevoli ai fondi da mesi, questo è un percorso che è cominciato a giugno dello scorso anno - dice Cairo -. Credo sia un'operazione strategica, fatta per cambiare il modo di governare la Lega, che ha avuto delle pecche negli ultimi nove anni. Nel 2012 il calcio italiano aveva 900 milioni di ricavi dai diritti tv, secondo solo alla Premier League e davanti a Liga e Bundesliga. Alcune scelte sono state sbagliate, abbiamo gestito non bene la Lega e ora siamo al quarto posto. Credo che questo sia dovuto a delle scelte ingiuste, per questo eravamo favorevoli non solo all'ingresso dei fondi ma anche all'inserimento di manager molto capaci come si è fatto in altri sport. Non penso si debba fare marcia indietro perché forse i ricavi domestici da diritti tv vanno un pochino meglio, anche perché all'estero ad esempio non è così. Dobbiamo guardare a una gestione più globale. Chi cambia idea per motivi tattici o altre motivazioni non fa bella figura".

VIDEO - "LULA" DA URLO, ANCHE PER TRAMONTANA: DOMINIO INTER NELLA STRACITTADINA

Sezione: News / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 17:51
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print