Interpellato da SkySport24, Paolo Bonolis ha commentato così l'ufficialità del passaggio di consegne da Moratti a Thohir. "Bellissimo discorso di Thohir, basato sulla creatività. Ma non è finita un'epoca come sento dire, bensì si trasforma. Un aspetto di internazionalità che è già implicita nel nome stesso: Internazionale. Thohir molto brillante in ciò che ha detto, specie in due passaggi di eleganza. Ad esempio, non si è seduto finché non si è seduto Moratti, forse un'educazione derivante dalla terra da cui proviene e che qui pare dimenticata. Cosa dico agli interisti? Si aspetta di vedere come si muoverà la nuova gestione. Straniero in terra straniera: c'è la necessità di percorrere la strada nuova in compagnia di chi l'ha già percorsa.

Solo così potrà scegliere nella giusta maniera. I Moratti? Restano eccome, possono pure scappare su Marte... (ride, ndr). A oggi la figura di riferimento per Thohir è Mazzarri. Ha cuore, è un professionista serissimo: ragioneranno tra di loro e faranno il percorso che deve essere fatto. Ovvio che vanno previsti investimenti, proprio in base a ciò che ha detto il nuovo presidente. Bello tutto, ma alla fine è necessario investire e ricavare utili".

Sezione: News / Data: Ven 15 novembre 2013 alle 13:49 / Fonte: Sky
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print