L’Inter arriva alla pausa per le nazionali di marzo, una delle ultime curve della stagione, da prima in classifica e con il vento in poppa. Il focolaio di Covid che è divampato all’interno dello spogliatoio poco prima della gara con il Sassuolo rischia di trascinarsi per alcune settimane. Ad un augurio di pronta guarigione a tutti i membri del gruppo squadra coinvolti (perché la salute, è bene ricordarlo, rimane sempre al primo posto), seguono delle considerazioni legate al campo. 

Clicca qui, per ascoltare l’ultimo episodio de L’Orologio! 

Quali dei giocatori coinvolti potrà essere disponibile a Bologna? A oggi, si parla solo di Samir Handanovic. Il che vuol dire che l’Inter dovrà giocare senza Stefan De Vrij, uno dei pilastri di questa stagione. Un’assenza pesantissima, soprattutto perché l’Inter ha costruito la sua cavalcata al primo posto sulle prestazioni della SDB, la difesa impermeabile che è stata imprescindibile per Conte, tanto che di fatto non l’ha mai cambiata.

A questi cavilli tecnici, Conte dovrà essere bravo a riassestare la squadra che di fatto il 3 aprile non avrà giocato da tre settimane. Quest’ultima pausa può essere l’occasione tuttavia per riavvolgere il nastro e capire come l’Inter è arrivata fino a qui: dalla finale contro il Siviglia, l’Inter ha subito molte trasformazioni, dall’uso del trequartista all’accantonamento di Arturo Vidal, dalla crescita esponenziale della LuLa alla riconferma di Milan Skriniar, come perno di questa squadra.

Tra le righe di questo kolossal c’è il nome di Antonio Conte, che a poco a poco ha plasmato la squadra aiutando i singoli a trovare la loro posizione. La strada è ancora lunga, certo, ma abbiamo colto l’ultima pausa della stagione per tracciare un’analisi di questo percorso, prima del rush finale.

L’episodio 131 de L’Orologio inizia così, con una retrospettiva su quanto abbiamo visto finora, si annida sulle tante trame di questa squadra e si conclude con un gioco, grazie alla presenza di Michele Serra, firma de L’Ultimo Uomo. Se i giocatori dell’Inter giocassero in NBA e in NFL, a chi assomiglierebbero? 

Insomma, si fa quel che si può per sopravvivere all’ultima sosta dell’anno. Perché poi il pallone inizia a scottare e il rettilineo finale è sempre più nitido. Come prepararsi al meglio?

Clicca qui, per ascoltare l’ultimo episodio de L’Orologio! 

Sezione: L'Orologio / Data: Sab 27 marzo 2021 alle 15:23
Autore: Marco Lo Prato / Twitter: @marcoloprato
Vedi letture
Print