Il Real Madrid va avanti affrontando la stagione una 'finale' dopo l'altra. Dopo aver vinto quella di San Siro contro l'Inter, i blancos si apprestano a sfidare l'Alaves in Liga: "Abbiamo ventiquattro titolari che possono giocare, questo è un bene: avremo bisogno di tutti - ha spiegato Zinedine Zidane in conferenza stampa -. A Milano, ma non solo lì, abbiamo dimostrato solidità, ora dobbiamo essere molto bravi a ripeterci. Domani per noi c'è un'altra finale, tre punti molto importanti. Alavés renderà le cose difficili e questi sono tre punti importanti per noi". 

Tornando sul 2-0 rifilato ai nerazzurri mercoledì, Zidane precisa: "Non è stata una liberazione, è una partita in più che abbiamo fatto. Era una finale, i giocatori hanno fatto cose fenomenali ma è tutto qui. Non cambieranno i commenti sulla squadra, dobbiamo ottenere il meglio da ciascuno fino alla fine". 

Chiusura dedicata al mercato: "Non parlerò di questo argomento, abbiamo bisogno che tutti i nostri giocatori siano pronti a giocare. Siamo all'inizio della stagione, vorremmo lo spettacolo come prima ma sono cambiate molte cose, dobbiamo pensare anche a questo. Ci sono infortuni, quello che mi interessa è prendermi cura dei miei giocatori. Quando qualcuno è infortunato, io soffro perché so che il giocatore vuole essere lì per aiutare la squadra. Ora è un momento in cui dobbiamo stare attenti visti i tanti impegni". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 27/11/2002: POKER AL NEWCASTLE, RECOBA CHIUDE CON UN COLPO STRABILIANTE

Sezione: L'avversario / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 13:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print