Intervistato durante la trasmissione di Sky “Attenti a quei due”, Marcello Lippi ha parlato anche di Ibrahimovic, dell’Inter e della sfida di Champions contro il Manchester United. Innanzitutto, un parere sullo svedese, genio e sregolatezza a cui però manca il Pallone d’Oro: “Deve semplicemente ottenere una grande vittoria a livello internazionale, o con il club o con la nazionale. Se vincerà la Champions con l’Inter, il trofeo sarà suo l’anno prossimo. È considerato uno dei più grandi calciatori al mondo, incute timore all’avversario. Non è colpa sua se finora non ha ottenuto grandi risultati internazionali, credo sia uno dei migliori al mondo”. Occasione anche per Ibra sarà il match contro i Red Devils: “Negli occhi dei giocatori nerazzurri e dell’allenatore traspaiono autostima e convinzione. Sarà una bella partita, sono convinto che passerà l’Inter. Nelle gare secche le squadre italiane hanno qualcosa in più delle altre. Certo, se arrivano al 60% della forma, è un altro discorso”.

Ultima battuta sulla nazionale e su un giocatore dell’Inter in particolare: “Sto seguendo molti giocatori italiani, purtroppo non posso chiamarli tutti insieme. Santon è un giocatore che mi piace tantissimo, mi sembra un predestinato. Mi fa pensare a Maldini da giovane”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 19 Febbraio 2009 alle 19:31 / Fonte: Sky
Autore: Fabio Costantino
Vedi letture
Print