Ashley Young e Victor Moses sono già ufficiali, a breve potrebbe esserlo Christian Eriksen e poi in arrivo anche un rinforzo in attacco, con Olivier Giroud in lizza con Fernando Llorente. Se non è una rivoluzione, poco ci manca: difficile pensare a un mercato più vivace negli scorsi mesi di gennaio.

Parlando del danese, l'operazione del momento, Inter e Tottenham hanno trovato l'accordo sulla base di 15 milioni di euro più altri 5 di bonus (LEGGI QUI). Decisiva la giornata di ieri, con Ausilio, Marotta, l'agente Schoots e gli intermediari a colloquio in conference-call con la dirigenza degli Spurs: soluzione trovata e i sorrisi di ieri sera post-cena sono lì a certificare il grande ottimismo che si respira in casa nerazzurra. Secondo la Gazzetta dello Sport, oggi cadrà definitivamente il muro eretto da Daniel Levy, che ha provato a tirare sul prezzo fino in fondo, bluffando anche con un presunto inserimento del Barcellona (RILEGGI QUI). "Del resto, a rischiare di più è proprio il Tottenham: se il trasferimento saltasse a gennaio a Levy resterebbe un pugno di mosche in mano - si legge sulla rosea -. Ma è chiaro che in viale della Liberazione tutti sperano di chiudere con successo questa partita. E in tempi brevi. Per questo motivo i protagonisti della trattativa si sono aggiornati per un nuovo summit già oggi. Quello che si preannuncia decisivo. Naturalmente tutto ruota attorno al peso dei bonus. E nel tira e molla di Levy c’è anche il giochino di alzare il prezzo oltre i 20 milioni in caso di un inserimento di incentivi paralleli. Sofismi, non c’è che dire".

VIDEO - YOUNG SI PRESENTA CON... BOB MARLEY!

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 24 Gennaio 2020 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print