"Siamo sicuramente soddisfatti per essere in testa al campionato dopo la prima parte di un girone che, a dire degli addetti ai lavori, è il più equilibriato del campionato Primavera". Esorsisce così Andrea Stramaccioni, raggiunto dai microfoni di Inter Channel, dopo la vittoria per 3-1 ottenuta contro il Varese nel recupero della 4^ giornata. Una gara difficile contro un avversario tosto che ha saputo far soffrire i nerazzurri; così commenta il tecnico: "Bisogna essere onesti nelle analisi, il Varese ha dei giocatori offensivi con ottime qualità e caratteristiche ideali per mettere in difficoltà la retroguardia dell'Inter: sono dotati di grande velocità e rapidità; noi, giocando con la difesa molto alta, lasciavamo loro campo. Rimane comunque il fatto che le due più grandi palle gol per il Varese, nel primo tempo, sono arrivate da nostri errori in fase di possesso. Su un campo molto pesante non era possibile fraseggiare palla a terra, i miei ragazzi lo hanno capito e quindi abbiamo disputato una grandissima ripresa.

L'ultima occasione per i nostri avversari - continua Stramaccioni - è arrivata dai piedi di Ferreira, un ottimo giocatore". A distanza di una settimana esatta dalla gara valida per i quarti di finale nella Next Generation Series, a Stramaccioni viene chiesto se i suoi ragazzi mentalmente possono alleggerire l'attenzione dall'Atalanta - prossima avversaria in campionato - e incominciare a pensare alla "Champions Giovanile"; così categorico il tecnico: "Assolutamente no; siamo l'Inter, ci alleniamo e lavoriamo sapendo di essere impegnati su più fronti. La Next Generation è una competizione che ci ha stimolato, ci ha permesso di giocare contro ottime squadre europee e ci ha fatto crescere tanto. Il nostro primo obbiettivo rimane il campionato e i ragazzi lo sanno bene. L'Atalanta sarà una partita difficile, ora Bergamo è la nostra priorità".

Sezione: Giovanili / Data: Mer 18 gennaio 2012 alle 17:54 / Fonte: inter.it
Autore: Alessandro Cavasinni
vedi letture
Print