Il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky Sport alla vigilia della trasferta contro la Roma: "La squadra sta bene, perché col Tottenham ha fatto quello che doveva fare: abbiamo assorbito benissimo la sconfitta. Dobbiamo sempre ripartire da zero, siamo tornati tardi a Milano perché abbiamo avuto un problemino con il trasferimento. Ma domani saremo al top".

Nainggolan farà parte della sfida?
"No, sarà out: aveva preso una botta alla caviglia, correndo male ha avuto un affaticamento ad un muscolo".

Icardi è uscito da Wembley zoppicando un po'.
"Il classico colpetto che porta un piccolo ematoma, ma è stato già superato".

Sarà una sfida delicata all'Olimpico.
"La Roma è una squadra forte, negli ultimi campionati ha sempre fatto molti punti. L'anno scorso hanno quasi giocato la finale di Champions League. Gioca un calcio moderno, ha uno di quegli allenatori che fanno bene al mondo del calcio".

Saluterà Francesco Totti?
"Purtroppo non ho ancora avuto tempo di leggere il libro, perché voglio leggerlo con calma senza un intasamento mentale derivante da altre cose. Da quello che ho letto sui giornali, ci sono delle precisazioni da fare. Ma se lo incontro, lo saluto. Ho trascorso tanti anni a Roma: anche sbagliando, ho sempre tentato di fare il bene del club. E sono rimasto in buoni rapporti con molte persone".

Le frasi del padre di Lautaro Martinez hanno fatto scalpore.
"Nel tentativo di attaccare me, in realtà crea problemi all'Inter. Ma soprattutto al ragazzo: un top player come lui non ha bisogno di essere difeso da gente estranea. Lui ha la sua forza, e non va trattato da bambino. E' una questione della quale poi bisogna parlare all'interno dello spogliatoio con tranquillità. In questo caso abbiamo a che fare con una persona intelligente che ha chiesto scusa per il papà e che farà vedere che vuole bene a questo club e a questi colori".

Sezione: Focus / Data: Sab 1 Dicembre 2018 alle 12:45 / articolo letto 7709 volte
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone