Ai microfoni di calciomercatonews.com è intervenuto l’ex difensore dell’Inter Salvatore Fresi, che ha parlato di Serie A e calciomercato. 

Sabato scatterà il campionato. Napoli o Inter l’anti-Juve?
“L’Inter sicuramente. I nerazzurri hanno fatto un’ottima campagna acquisti, la rosa è quai completa, manca solo un faro a centrocampo per giocare in verticale”.

Pensi che Conte sia il valore aggiunto per tentare di scucire lo scudetto dalle maglie della Juventus?
“Lui e Marotta stanno portando la mentalità che serve per diventare una grande squadra. Al momento la Juventus è ancora avanti per la corsa al titolo, ma non si sa mai. Intanto l’Inter sta costruendo per essere la rivale dei bianconeri nei prossimi anni”.

La coppia Lukaku-Sanchez come la vedi?
“Non è male, entrambi hanno un ottimo curriculum”.

L’incognita della Juventus può essere Sarri, visto che la sua filosofia di gioco è opposta a quella di Allegri?
“Sicuramente Sarri potrebbe avere qualche problema all’inizio, ma non credo che sbaglierà alla Juventus. Sono ormai diversi anni che sta facendo benissimo. Ora stanno cercando di sfoltirgli la rosa, anche se certe cose non le capisco“.

Tipo?
“Dybala sul mercato. Io non lo venderei mai. E’ un giocatore che può farti vincere la partita in qualsiasi momento, ha classe, gamba, visione di gioco. Io lo farei giocare sempre”.

E se fossi la Juventus prenderesti Icardi?
“Certo, in bianconero farebbe la differenza. Gli arriverebbero molto più palloni rispetto a quanti ne riceveva all’Inter”.

Avresti provato a recuperare il centravanti argentino?
“Sì, è uno degli attaccanti più forti in assoluto in area”.

Credi che l’Inter abbia gestito male la situazione?
“Sicuramente è stata una gestione sbagliata. Quello che è accaduto doveva rimanere dentro lo spogliatoio e non farle uscire all’esterno attraverso alcune interviste“.

Simone Chiocchi

VIDEO - WANDA E MAURO LASCIANO LA FESTA DI LAUTARO: "SI'" SARCASTICO ALLE DOMANDE SU UNA NUOVA AVVENTURA

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Ven 23 Agosto 2019 alle 02:30
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print