Il Napoli va in ritiro, la crisi continua. E allora cominciano a circolare i primi nomi per possibili sostituti di Ancelotti, un esonero che avrebbe del clamoroso. Tra i pretendenti, anche Luciano Spalletti, ancora legato contrattualmente all'Inter. Secondo il Corriere dello Sport, De Laurentiis avrebbe già contattato Allegri, Gattuso e, appunto, il tecnico di Certaldo. "Volente o nolente, Aurelio De Laurentiis s’è dovuto piegare a questa realtà, l’ha subita e la sta fronteggiando, perché Ancelotti è il suo allenatore “perfetto”, l’uomo con il quale condividere la propria filosofia, l’inappuntabile architetto di un progetto ampio e nel quale ci fosse spazio per chiunque - si legge -. Ma la classifica, impietosa, l’ha costretto a scrollarsi da dosso ogni remora e a chiamare Massimiliano Allegri, il primo in ordine di apparizione sulla scena, corteggiato (vanamente) nel 2014, quando mancavano le condizioni per trovare un accordo. E il contatto, cordiale e persino amichevole, c’è stato pure stavolta, per capire eventualmente l’esistenza di una possibilità, fosse anche una sola, azzerata però da Allegri che ha scelto di starsene ad osservare il calcio fino al prossimo giugno. In Toscana, terra di allenatori, De Laurentiis c’era già stato, nel 2015, quando ebbe modo di sorseggiare un caffè con Spalletti, candidato all’epoca alla sostituzione di Benitez, prima che arrivasse poi Sarri. E adesso, virtualmente, De Laurentiis c’è tornato, attraverso un cellulare, una lunghissima conversazione che è atterrata persino sugli aspetti economici: il Napoli sa dell’esistenza del contratto del tecnico di Certaldo con l’Inter ed ha avuto anche la percezione che servono (o servirebbero) circa sei milioni per strappare Spalletti al suo ottimo ritiro. E la tentazione è rimasta lì, in piedi, senza cadere".

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Mer 4 Dicembre 2019 alle 12:31 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print