"C'eravamo già incontrati con il presidente, è nata questa scelta dopo aver parlato anche con Raiola. Non è stato così difficile scegliere il Brescia. Non ho paura, l'obiettivo è far crescere il più possibile questa squadra. Non ho paura di fallire, ne avete sicuramente più voi di me". Mario Balotelli torna in Italia e si presenta ai tifosi del Brescia nella prima conferenza stampa da nuovo giocatore delle Rondinelle. 

Ha parlato con Mancini in questi giorni? Cosa le può dare il Brescia?
"Mancini mi ha fatto gli auguri per il mio compleanno. Ho scelto Brescia perché quando è arrivata la loro offerta non ho pensato ad altro. Qui posso avere tutto, perché è la squadra della mia città".

Il suo obiettivo è andare all'Europeo del 2020?
"Assolutamente sì".

Argomento razzismo: cosa si aspetta da questo campionato?
"Spero con tutto il cuore di trovare una Serie A cambiata. Non voglio rivedere episodi di razzismo come negli anni scorsi".

Quanto è cresciuto all'estero?
"All'estero ho passato più anni che in Italia. Sono cresciuto più fuori che dentro al mio Paese a livello calcistico".

Come ha reagito sua madre al trasferimento al Brescia?
"Quando le ho detto che sarei potuto venire a Brescia si è messa subito a piangere. È stata contentissima poi dopo la firma. Mio padre sognava infatti di vedermi giocare qui a casa sua".

Il derby sarà la partita più importante?
"Il derby con l'Atalanta è sicuramente la gara più sentita, ma per me tutte le partite lo saranno allo stesso modo. Giocherò sempre al massimo".

Quanta pressione sente?
"Sto bene, sono tranquillissimo".

VIDEO - ALEXIS SANCHEZ IDOLO DEL CILE, QUANTE MAGIE CON LA "ROJA"

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Lun 19 Agosto 2019 alle 18:10
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print