Ieri contro il Napoli l'ennesima prestazione da top player, a cui ha aggiunto anche un gol pesante. Ivan Perisic ormai è a tutti gli effetti uno dei leader dell'Inter di Simone Inzaghi, che già nel giorno della presentazione ammise di puntare con convinzione sul croato, rigenerato esterno tutta fascia dalla cura Antonio Conte. Ivan il Terribile sta benissimo fisicamente ed è in totale fiducia tecnicamente, in barba a una situazione contrattuale ancora da definire. L'esterno di Spalato sarà libero dal 1° luglio 2022 di trasferirsi in un altro club, a meno che la dirigenza nerazzurra non lo convinca ad accettare il biennale da 3 milioni netti che gli ha proposto, una riduzione sostanziale rispetto ai 4,6 più bonus percepiti attualmente e che ha fatto storcere il naso al diretto interessato, consapevole del suo ruolo di primo piano in nerazzurro nonostante i 32 anni.



Perisic ad oggi non ha accettato l'offerta dell'Inter, ma non ha neanche rifiutato. Come anticipato nei giorni scorsi (LEGGI QUI) si è preso del tempo per riflettere sul proprio futuro, conscio dell'interesse della Roma di José Mourinho e di tre offerte arrivate tra Premier League e Bundesliga. La novità è l'incontro in agenda tra l'entourage del calciatore classe '89 e la dirigenza di Viale della Liberazione, schedulato intorno alla metà di dicembre, prima di Natale. Sarà un'occasione per fare il punto e mostrare le carte, per capire se ci siano o meno margini per proseguire insieme l'avventura a Milano o se questa sarà l'ultima stagione, dal 2015/16, del nazionale croato in nerazzurro.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 22 novembre 2021 alle 19:40
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print