Tutti lo vogliono ma chi lo piglia? Mauro Icardi piace a tutte le big italiane, ma nella sua testa e in quella della moglie-manager Wanda Nara le idee sono chiare e portano tutte in un’unica direzione, quella della Torino bianconera. La Juventus d’altronde è stata la prima a muoversi per Maurito già alla fine di febbraio, con Fabio Pararici che ha messo sul piatto un quinquennale da 8 milioni netti a stagione più bonus. Offerta gradita e avallata dagli Icardis, corteggiati a lungo nelle ultime settimane anche dal Napoli che ha messo sul piatto un quinquennale da 7,5 milioni di euro netti più bonus. De Laurentiis e Giuntoli hanno alzato il pressing, ma non hanno fatto breccia nel cuore dell’argentino.

Dall’estero ha chiesto informazioni il Psg, oltre al Boca Juniors e ai cinesi del Beijing Gouan, ma tutte queste opzioni non sono mai decollate (Icardi non è propenso a un trasferimento all’estero e inoltre i transalpini erano interessati a lui per il post Cavani nel 2020, in caso di clamorosa permanenza a Milano da fuori lista). Idem la Roma, mai realmente in corsa per Icardi, che ha proposto un quinquennale da 6 milioni più bonus e non i 9 milioni circolati mediaticamente in questi giorni. Una cifra irreale fanno sapere dal clan Icardi, volta a stanare Maurito e la Juventus secondo alcuni. I bianconeri temporeggiano e puntano a chiudere l’operazione sul gong del mercato, cercando di strappare le condizioni più favorevoli possibili dato che ormai l’Inter e Icardi sono separati in casa.

Dal canto proprio Marotta e Ausilio chiedono almeno 60-70 milioni cash o lo scambio con Paulo Dybala, che la Juventus è intenzionata sì a vendere ma preferibilmente all’estero e dal cui ricavato finanziare il colpo Maurito. Tanti intrecci che portano però in una sola direzione: Mauro Icardi alla Juventus, con la benedizione di Sarri e di due leader dello spogliatoio come Cristiano Ronaldo e Chiellini. Per il prezzo e le modalità invece il braccio di ferro continua e ci attende una partita ancora molto lunga...

Sezione: Esclusive / Data: Lun 12 Agosto 2019 alle 23:18
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print