"Gent.ma Redazione, i continui lamenti di Antonio Conte, culminati nella dura accusa nei confronti della dirigenza nel post partita di ieri sera, sono purtroppo la conferma che la stessa dirigenza e la proprietà non hanno risolto parte dei problemi che si trascinano ormai da anni. È fin troppo palese che la nostra Inter ha ancora carenze strutturali, specie nella linea mediana dove manca un regista classico capace di costruire gioco, dettare i tempi della manovra ed evitare lo scollamento con il reparto arretrato. I soli Barella e Sensi, che pure garantiscono sia quantità che qualità, non bastano e con Vecino e Brozovic non si può competere in Champions. Nei momenti di difficoltà ci si aspetta che Brozovic prenda per mano la squadra e la tiri fuori dal tunnel ma puntualmente ciò non avviene perché lo stesso non ha carattere, non è incisivo e spesso commette errori, anche grossolani, forse dovuti a cali di concentrazione ma a volte fatali come quello di ieri che ha causato il pareggio del Borussia! Inoltre, la coperta è troppo corta ed i sostituti non sono all’altezza dei titolari! Di certo, il direttore Beppe Marotta dovrà intervenire nel mercato di gennaio per apportare i correttivi necessari, ma non puntando su giocatori usurati e trentenni, spesso privi di stimoli, per integrare e migliorare l’organico, conditio sine qua non per competere fino all’ultimo per la conquista del campionato e del trofeo continentale nell’Europa League data la quasi certa eliminazione dalla Champions con più di qualche rammarico. In vista della campagna di rafforzamento per prossima stagione, la via maestra da seguire è quella già intrapresa, ossia l’acquisizione di sempre più giocatori italiani già affidabili (Tonali e Chiesa in primis) però da integrare con pochi giocatori stranieri ma in grado di garantire da subito il definitivo salto di qualità che porti la nostra Inter a stazionare stabilmente al vertice del campionato italiano ed alla riconquista della Champions!".

Michele

"Martedì si è avuta la conferma che 1) la società ha chiesto a Conte di confermare il piazzamento CL con più serenità 2) la scoietà ha chiesto a Conte, se possibile, il passaggio agli ottavi di CL consapevole che sarebbe dipeso dal sorteggio molto dalla sua fattibilità, così non è stato, purtroppo 3) la filosofia cinese, è bene ricordare, si basa sulla pazienza 4) Conte si è ingolosito, visti i risultati e vorrebbe che gli scarsi diventino campioni ma lui dovrebbe saperlo e, constatato di persona che non si può ricavar sangue dalle rape del campo di Appiano Gentile 5) importante che il bravo Marotta stemperi tuuto questo nervosismo per non buttaare alle ortiche quanto di buono fatto, anche da Conte 6) per me, lo ribadisco, Lukaku o dimagrisce di 7-8 kg oppure appena il livello si alza, in CL, non serve molto all'Inter vista la sua pochezza tecnica in molti fondamentali, basta appoggi di petto, impari a difender una palla, ieri sera con l'Ibrahimovic di 38 anni o con Dzeko non si giocava in quel modo il secondo tempo 7) le parole di Lautaro sono pietre ma quel che può far paura è che fanno pensare che se si presentasse il Barcellona a pagar la sua clausola, lui accetterebbe (e chi non lo farebbe) 8) troppo divario tra le squadre, soprattutto economico, prima o poi faranno una superlega per spartirsi i soldi ed agli alri le briciole, cosi distruggeranno la passione per il calcio".

Friedrik

Sezione: Visti da Voi / Data: Gio 7 Novembre 2019 alle 21:07
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print