"Salve gentile redazione scrivo dopo la agghiacciante eliminazione di ieri sera. Non è possibile quanto visto ieri sul campo dove il nostro tecnico ha finito nuovamente per dare il meglio di se. È un mese di continui errori di valutazione è un mese se non più che insiste e ripropone puntualmente in campo PERISIC INGUARDABILE KEITÀ BALDE INGUARDABILE. Basta con le scelte scellerate di quest'uomo. Con la juve toglie il migliore POLITANO Ieri l'unico che crossava ed entrava in aria POLITANO e lui che fa lo toglie. Spero che perda a Udine e Marotta porti subito Antonio Conte. Il signor Spalletti andasse a prendere lezioni private e soprattutto tattiche dal signor Allegri e quest'anno non venisse a raccontare che non è stato accontentato. Non sa proporre moduli ha rotto il cazzo scusate lo sfogo con sto modulo di merda deve giocare l'Inter con le due punte in Europa noi con il solo Icardi e con la brutta copia di Perisic non si va lontano. Spero che la società che si è vista sfuggire da polli un passaggio agli ottavi di finale lo sollevi dall'incarico anche in giornata stessa. Altro che Interismo Spalletti hai deluso fuori , game over sei mediocre avevano ragione a Roma sei da terzo max secondo posto noi siamo molto di più. Forza Inter, Presidente facciamo in tempo esoneri pure quest' incapace. Amala".

Emanuele

 

"Cari amici interisti della redazione quante volte mi avete letto quest'anno ...sempre su stessi argomenti! E in tempi non sospetti! 1. solito modulo....sclerotizzato di Spalletti 2. soliti cambi di Spalletti 3. solito Perisic ombra di se stesso e in campo! 3. solita assenza di centrali di centrocampo degni del ruolo! e non prestati come brozo 4. Solito Lautaro abbandonato in panchina e fuori dagli schemi di Spalletti Che questa Inter ha lacune a centrocampo è evidente! di chi la colpa? Chi ha voluto Naingolan ad ogni costo....privandosi di Rafinha? Chi ha lasciato inalterato il centrocampo dello scorso anno con medesimi problemi di innesco del gioco? Io non sopporto in questa Inter l'enfasi su Politano! Affidare a lui la manovra del gioco è il cuore del problema! Ha quell'estro del Beccalossi dei tempi peggiori...se gli riesce la giocata...e pesca il jolly...bene...ma altrimenti se perde male sono caxxi amari...Finiamo in inferiorità numerica! Io da spettatore fisso di s.siro piu volte qui ho detto che questa Inter conciliando le esigenze spallettiane ( SA SOLO GIOCARE COSI!!!!????) e i giocatori a disposizione ...è da 352 con Lautaro accanto a Icardi. Non sopporto piu vedere quel giro palla sterile a centrocampo e quei cross da centrocampo verso quel povero Icardi solo nella prateria ! Penso che ora sia giusto cambiare registro a fine campionato! O Spalletti decide di cambiare modo di giocare ( se ne è capace!) o va presa la decisione drastica di cambiare allenatore. Dio non voglia che Lautaro vada via e assistiamo all'ennesimo Coutinho bis! Affranto deluso sconfortato e INCAXXATO! ... Saluti".

Federico

 

"Cara Redazione, Come in molte altre occasioni da anni a questa parte, oggi dilaga l’amarezza per l’ennesima occasione persa. Ricordo che al momento dei sorteggi, tutti ci davano per spacciati e se ci avessero detto che saremmo arrivati all’ultima partita, decisiva e in casa, per il passaggio del turno, avremmo tutti fatto la firma. Il problema è che ci siamo arrivati, toppando clamorosamente, con l’ultima in classifica del girone, una squadra nessuna velleità se non quella di fare bella figura in un palcoscenico internazionale. Per questo reputo che il pareggio di ieri sia molto grave, ben più grave della sconfitta del Napoli a Liverpool. Una squadra che vuole e deve passare il turno, una partita come quella la vince, stop. Per di più con il supporto dei soliti 60.000 del Meazza. Probabilmente sarebbe stato un cammino breve, ma arrivare agli ottavi sarebbe stato determinante. Non mi piace dare la colpa agli allenatori in questo caso, ma Spalletti non è stato in grado di preparare a dove re la partita secca di ieri, che andava dominata e chiusa già al primo tempo. Purtroppo si conferma un buon allenatore, che è servito e serve all’Inter per crescere, ma nei momenti decisivi non è certo a lui che ci si deve affidare! Sono innumerevoli i suoi flop nei momenti topici, come quel preliminare di Champions del 2016 con la Roma, “preparato da 8 mesi” e fallito. Secondo me, comunque, bisogna rimanere con Spalletti fino a fine stagione, sapendo che ci sono traguardi ancora importanti come la qualificazione Champions e le due coppe (Italia e Uefa), in cui bisogna far bella figura e provare ad alzarne almeno una per dare una svolta a tutto l’ambiente. Bisogna migliorare, punto. In caso contrario, Zhang dovrà agire anche sullo slot della guida tecnica per il prossimo anno, portando a Milano qualcuno migliore di Spalletti: al momento, e mi costa molto dirlo, resta libero Antonio Conte…".

Paolo

 

"Mi vergogno che devo rimpiangere Nagatomo. Dopo di lui c'era disponibile Kolarov, ma Ausilio ha investito piu' di 20 milioni perche' preferiva un giovane. L'anno dopo prende Asamoah che giovane non e'. Si sono accorti che volevano uno con esperienza, nemmeno che dovesse fosse forte – chiunque andava bene se aveva gia giocato in CL. Mi vergogno che l’unico terzino davvero forte che finalmente ci siamo trovati in squadra e’ stato lasciato andare, ovviamente mi riferisco a Cancelo. Spalletti voleva Florenzi e Nainggolan. Il primo aveva bisogno di una scusa per aumentare il secondo ingaggio, il secondo mollato dalla Roma e dalla Nazionale aveva bisogno un posto dove svecchiare senza pressioni. Mi vergogno che di tutti i centrocampisti comperati negli ultimi anni non ce ne sia uno che si possa fare affidamento come titolare (Mario, Gagliardini, Valero, Vecino, Nainggolan). Mi vergogno di Spalletti che dopo togliere l’unico giocatore in grado di essere imprevedibile e essere tardivo a togliere chi va sostituito. Milioni di italiani davanti alla TV per Inter Tottenham avevano realizzato dopo pochi minuti che giocavamo in 10, mentre l’unica persona incaricata di sostituirlo ci ha messo 41 minuti".

Paolo

 

"Buongiorno, cosa dire se non ringraziare il Sig. Spalletti per l'eliminazione e per non aver vinto contro il Psv, ha messo una formazione senza capo ne coda, non si è capito con quale modulo volesse giocare, non sa cambiare nulla durante la partita e non è in grado di far giocare i calciatori con quel minimo di grinta che dovrebbero avere quando c'è il dentro o fuori. Come l'anno scorso ci stiamo sciogliendo come neve al sole, finisco con il dire che spalletti può vincere in Russia visto il livello del campionato russo, ma non in Italia, il Sig, Spalletti non è stato non lo è e non lo sarà mai un vincente. Mi fermo qui, e grazie per lo spazio".

Domenico

 

"Carissima Redazione, oggi per me e’ stato un giorno molto triste. Vedere la mia amata eliminata per di piu’ in casa da una modesta squadra, ultima del girone, e’ la prova che sfortunatamente avevo ragione quando spesso ho scritto su questo blog che Spalletti non e’ da Inter. Non voglio entrare nei dettagli, le sue colpe sono numerose e non posso e non devo rubare spazio a tutti I miei amici interisti che come me scrivono su questo blog, ma una sola cosa voglio dire : Basta con Spalletti ! la cosa piu giusta e dignitosa sarebbe se si dimettesse, se non lo fara’, spero tanto che la societa’ lo esonera in tronco. L’Inter merita un’altra guida. Grazie e Buone Feste a Tutti dal lontano Canada".

Alfredo

 

"Me lo sentivo.....tutti ha sperare che il Barcellona fermasse il Tottenham è noi non siamo stati capaci di battere il PSV già eliminato....siamo scesi in campo con troppa frenesia, i giocatori non hanno retto la pressione ....il solito erroraccio di Asamoah in fase difensiva ci ha eliminato dalla Champions, il terzo nel giro di un mese, con Atalanta, Juventus e Tottenham....inutile dire che forse era meglio schierare Vrsaljko a destra e D'Ambrosio a sinistra......il nostro allenatore se n'e accorto troppo tardi....ma a parte questo bisogna dire che molti giocatori non sono all'altezza soprattutto nelle competizioni internazionali.....segna solo Icardi, gli altri fanno solo il solletico alle difese avversarie ,questo purtroppo é un grosso limite per chi vuole fare strada in Champions, speriamo che Marotta riesca a costruire un Inter all'altezza del suo blasone e che non guardi in faccia nessuno quando si dovranno fare delle scelte coraggiose.....l'unica consolazione e che se l'Inter fosse arrivata agli ottavi non sarebbe andata avanti, forse in Europa League potremo fare più strada......amala".

Francesco

 

"Cara Redazione, Basta con giocatori mediocri e una mentalità mediocre. Spaletti è un buon tecnico, ma reagisce come uno spaventoso. Perché prende Politano nelle ultime partite e mantiene Perisic? Non capisco. Basta con Perisic, un giocatore sopra valutato. Basta con Borja Valero, Vecino, Gagliardini e molti altri. Nel mercato Ausilio non dovresti cercare quantità, dovresti cercare QUALITÀ. AMALA".

Octavio

 

"Gentile Redazione, sono impaziente di leggere tutte le barzellette che molti emeriti opinionisti esterneranno per celebrare la potenza di fuoco di Suning, i mirabolanti acquisti di Ausilio, il genio creativo di Spalletti e le fenomenali prestazioni di una squadra “difficilmente migliorabile” come dice il super “Vice President”! Per adesso, invece, solo una pletora di FALLITI, nemmeno capaci di superare un turno messo su di un piatto d'argento!! Incapaci di fare il minimo sindacale, battere una squadra di dopolavoristi olandesi che anche il Milan avrebbe sotterrato di gol! Vergognoso l'atteggiamento dopo il pareggio: stare cinque minuti a festeggiare come gli scemi quasi si avesse vinto la coppa e accontentarsi del pareggino! Gente senza palle e dignità! In ogni caso: eliminazione meritatissima di una società non degna di fare strada nel calcio europeo, capace solo di costruire una squadraccia da oratorio di paese e prendere per i fondelli la propria tifoseria!! E adesso, avanti con l'Europa League, a cercare un nuovo Beer Sheva per ennesime figure da cioccolatai!!! Sperando di entrare ancora in champions per demeriti altrui!".

Paolo

 

"Cara Redazione, cari amici nerazzurri, non sarà colpa di Asamoh se usciamo, ma di sicuro il suo errore resterà negli occhi per sempre. lo juventinio Asamoah condanna l'inter, il nerazzurro Cancelo fa grande la Juve! Il bambino prodigio nerrazzurro Zaniolo conquista la nazionale, l' ex romanista Nainggolan chiude le discoteche ed è sempre rotto. Serve altro? Si, Marotta e Conte".

Daniela

 

"Gentile Redazione, non ho parole per definire l'attegiamento tattico di Spalletti a dir poco spericolato. Sono almeno quattro cinque partite che continua a sbagliare tutto e di certo anche gli uomini del suo staff tecnico non gli danno tutta quella assistenza di cui avrebbe bisogno. L'idea di far giocare Candreva per più di mezza partita, non l'ha capita nessuno, per non parlare poi della infausta sostituzione del migliore e decisivo in campo, Politano, con un difensore (peraltro già reduce da infortunio). Che senso ha togliere il migliore in campo con un esterno di difesa, dovendola vincere a tutti i costi;.voleva forse difendere il pareggio? Asamoah sono diverse partite ormai che non ne azzecca una, il suo ruolo non è quello di difensore esterno, piuttosto lo vedo bene come centrale di centrocampo vicino a Brozovic".

Sandro

 

"Prima di tutto vorrei ringraziare la redazione per lo spazio che vorrà concedermi e per il lavoro che svolge quotidianamente. Mandata giù la batosta della mancata qualificazione alle fasi finali della champions e la relativa in....zz..ra vorrei fare una riflessione a bocce ferme. Spalletti non è da grande club, non uno che miri a vincere. Ieri il tecnico della beneamata ha sbagliato tutto. Formazione (41231) incopresibile, dove Brozovic è stato costretto a fare reparto da solo. Perisic schierato per l'ennesima volta titolare dopo aver provato a più riprese di non essere in condizioni psicofisiche decenti. Per non parlare dei cambi fatti per consolidare l'uno a uno nella speranza della vittoria del Barca. Il problema a mio avviso a questo punto è di mentalità oltre che di gioco. Quindi a fine stagione, non prima, le strade devono obbligatoriamente separarsi. Ringraziamo Spalletti per averci portato dai settimi o ottavi posti alla qualifica in Champions ma l'inter merita di più. Il sogno sarebbe Guardiola...ve la immaginate una inter tutta tikitaka... Oltre all'allenatore è evidente che manca ancora qualcosa a livello di organico in tutti i reparti. In difesa mancano ancora due terzini che diano continuità e spinta alla manovra Asamoah e Versaljko possono essere due ottimi panchinari nulla di più.(quanto fa male vedere Cancelo bianconero...) A centrocampo serve un playmaker basso e un incursore se il Nija non riesce a riprendersi dai continui infortuni. Esterno Alto sinistro da sostituire a Perisic, il croato non è mai tornato dalla spedizione russa e da sempre più l'impressione di correre a Milano ma avere la testa in Premier League. Finisco con un appunto. Il PSV ieri non aveva nulla da perdere ed ha giocato cercando giustamente la vittoria. Ingenua la squadra di Milano e il suo tecnico se si aspettavano nulla di diverso. Ma non sono davvero comprensibili le continue perdite di tempo dei giocatori olandesi, prima e dopo il gol del pareggio di Icardi. Non avendo più davvero nulla da chiedere alla competizione viene da chiedersi se non ci fosse un secondo fine. Alla sostituzione Steven Bergwijn esce facendo con il braccio un segno di esultanza o di obiettivo raggiunto verso il suo tecnico, da li a 30'' secondi l'arbitro fischierà la fine dell'incontro. Gesto ancora più incomprensibile, ai limiti della follia, se si pensa che escono male da una competizione importante senza nemmeno poter disputare l'Europa League. Forse è la rabbia che parla, che cerca una giustificazione ad una sconfitta che prima di tutto è da imputare ai demeriti personali più che ai meriti avversari, ma... Amala anche se certe notti ti tradisce sul più bello..".

Andrea

Sezione: Visti da Voi / Data: Mer 12 Dicembre 2018 alle 21:09
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print