"Peccato, siamo fuori dalla Champions ma quante occasioni abbiamo creato, troppe volte in area invece di tirare di prima facciamo sempre qualche tocco in piu che permette agli avversari di recuperare....serviva più cattiveria sotto porta e velocità di esecuzione,....comunque l'impegno non è mancato, i nerazzurri hanno dato tutto e questo è importante,...il nostro organico è deficitario a centrocampo, con Sensi e Barella sono convinto che sarebbe andata diversamente, anche in attacco praticamente abbiamo solo Lukaku e Lautaro Martinez dato che Sanchez è infortunato, non ci resta che pensare al campionato, che è il nostro primo obiettivo, sperando che la dirigenza acquisti quei giocatori che mancano per togliere lo scudetto ai gobbi , Kulusevski, Marcos Alonso sono due profili che potrebbero andare bene,...comunque passata l'amarezza di stasera ( più che legittima) avremo una Europa League da onorare e perché no cercarla di vincere....Amala".

Francesco

"Gentile Redazione, nessuna si aspettava una sconfitta così incredibile , contro le riserve delle riserve del Barcellona; e dire che Valverde aveva fatto l'impossibile per farci passare a noi il turno, lasciando a casa Messi e innumerevoli titolari. La scelta di Conte (ottimo allenatore per carità), di insistere ostinatamente su Biraghi e Lazaro che palesemente hanno dimostrato scarsa forma fisica e tecnica negli ultimi mesi e soprattutto ieri , è stata in sostanza la causa della nostra uscita prematura dalla champions. Il problema è che retrocedendo in europa league, giocando di giovedì potrebbe risultare compromettente per il buon proseguio del nostro percorso in campionato, a meno che non si facciano acquisti intelligenti e mirati. Perchè Conte insiste a non voler mai prendere in minima considerazione le prestazioni di Dimarco?".

Sandro

"Credo la vittoria del Barcellona si spiega 2 angolini a 1 deviazione. Il Barcellona ha mirato gli angoli nei pochi tiri fatti mentre l'Inter tirava addosso al portiere o al difensore, uno dei quali deviato in rete. I goal fatti erano in evidente fuorigioco, quindi indicano o la capacita della difesa del Barcellona o errore di posizionamento dell'attacco interista".

Giancarlo

"La sconfitta contro il Barcellona (è la prima volta che nella coppa più ambita una squadra spagnola vince a Milano sponda bauscia) ha fatto segnare il passo all'Inter facendola "retrocedere" (termine, comunque, non consono alla beneamata...) in Europa League. Una competizione che l'Inter dovrà onorare al meglio anche perché l'ultima volta che la vinse c'era un certo Ronaldo "il fenomeno". Ovvio che ci si aspettava di andare avanti nella Nobil Europa ma il percorso di crescita che Antonio Conte sta avviando dallo scorso luglio non si è certo fermato in una fredda notte milanese dalla quale, annotando sul taccuino ciò che manca per sedersi al banchetto delle grandi d'Europa, si dovrà subito ripartire. Il campionato e le due coppe che verranno (c'è anche la fin troppo bistrattata Coppa Italia...) dovranno essere, quindi, gli obiettivi dell'Inter post Barcellona e chissà che non ci scappi un altro "triplete"... Impossibile...? Difficile ma non certo impossibile per svariati motivi. Il primo è testimoniato dal brillante campionato che, grazie a un cammino inarrestabile, ha permesso ad Handanovic e compagni di balzare in testa limando di molto il gap con la Juventus. Insomma in Italia e nella nuova campagna europea, che prenderà il via a febbraio, ci sono tanti motivi per far si che la stagione possa tingersi di neroazzurro... AMALA...!!!".

Francesco

Sezione: Visti da Voi / Data: Mer 11 dicembre 2019 alle 21:27
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print